Con il suo carico di sogni, “Undici volte Rodari” approda a Castelforte (LT), lunedì 31 agosto alle ore 21:00, in diretta Facebook e con un piccolo pubblico da vivo, nell’anfiteatro dell’incantevole Piazza dell’Emigrante, nel centro storico della cittadina aurunca (ATTENZIONE: la location non è più piazza San Rocco come comunicato precedentemente).
È dedicato ai giocattoli magici, agli animali parlanti e alla fantasia che ricrea un mondo più bello, libero e giusto, questo quinto appuntamento del tour letterario per i bambini e le famiglie, che con letture e musica celebra Gianni Rodari nel centenario della nascita, riscoprendone le storie e il genio multiforme: scrittore premio Andersen, giornalista, pedagogo, conoscitore della letteratura e delle arti, Il progetto itinerante è realizzato dal Sistema Bibliotecario Sud Pontino (di cui Castelforte è Comune capofila nel triennio 2018-2020), in collaborazione con Leggimi Sempre, grazie alla L. Regionale n. 42/1997, Avviso pubblico “La Cultura fa Sistema” 2019.
Toccando gli undici Comuni del territorio tra dirette Facebook ed eventi con pubblico dal vivo, tutti gli appuntamenti si svolgono con la musica dal vivo di ARS-Arte Ricerca Sperimentazione e in sinergia con le 11 Biblioteche del Sistema.
Radio Show Italia 103.5 è la radio ufficiale della manifestazione.
L’evento del 31 agosto a Castelforte, trasmesso in diretta Facebook (@leggimisempre), si rivolgerà anche a un piccolo pubblico dal vivo, nello scrupoloso rispetto delle norme anti Covid-19: l’ingresso, libero fino a esaurimento posti, è su prenotazione obbligatoria (tel. 351.9804855, ore 18:00-20:00).

Accompagnati dal violino di Ilaria De Meo dell’ARS e da proiezioni, si leggeranno ai bambini passi e storie da alcuni dei libri più amati di Gianni Rodari, i cui protagonisti sono animali dotati di favella e giocattoli “vivi”: La Freccia Azzurra, Filastrocche in cielo e in terra, Favole al telefono, Fiabe Lunghe un sorriso, Tante Storie per Giocare, Storie in Orbita.
Si giocherà infine a fare gli scrittori con i suggerimenti della Grammatica della Fantasia: il manuale teorico-pratico ricco di spunti creativi, giochi linguistici e riferimenti colti, che lo scrittore di Omegna rivolge a chi desidera dedicarsi all’«arte di inventare storie».
«Inviteremo i bambini in un mondo prodigioso» spiega Cristina Gattamorta di Leggimi Sempre «dove una giostra vola da Cesenatico alle stelle, e dove un trenino e altri giocattoli si mettono in marcia per trovare un bambino bisognoso. Dove un orso pescatore e un cammello arabo hanno più senso della giustizia degli uomini, mentre un gatto parla, un ragno scrive lettere di protesta, e un cane impara da un gallo ad abbaiare. Avventure dove tutto è possibile, dove lo humour e la fantasia ricreano il mondo a misura di bambino».
«Ritengo che il pensiero di Gianni Rodari, fin dal suo primo libro, le Filastrocche del 1951, sia di incredibile attualità» afferma il sindaco di Castelforte Giancarlo Cardillo «ed è per noi motivo di vanto presentare questo grande intellettuale del XX secolo e le sue opere in una cornice incantata: Piazza dell’Emigrante, adiacente all’antica Chiesa di San Giovanni Battista, nel cuore del centro storico. Il grado di civiltà di un paese» continua Cardillo «si misura proprio attraverso interventi nell’ambito della cultura e del sociale, e questi sono i modi più idonei a far vivere i nostri centri storici»
Tra piazze, parchi e teatri all’aperto del Sud Pontino, “Undici volte Rodari” ha già fatto sosta a Monte San Biagio (25 luglio), Lenola (12 agosto), Campodimele (20 agosto) e Fondi (28 agosto). L’«avventura vagabonda», dopo Castelforte (31 agosto), prosegue a Terracina (10 settembre, Piazza del Municipio) e Gaeta (22 settembre, Piazza Goliarda Sapienza).
Le tappe di ottobre verranno annunciate nelle prossime settimane.