contatore statistiche per siti
domenica, 17 dicembre 2017

Acqualatina lancia nuovi strumenti di welfare aziendale per supportare i dipendenti

 

La Società idrica ha messo in campo una serie di azioni a sostegno dei dipendenti, in àmbiti come l’assistenza sanitaria integrativa, l’istruzione dei figli e il risparmio pensionistico

 

Assistenza sanitaria integrativa, istruzione dei figli e risparmio pensionistico. Acqualatina Spa, gestore del Servizio Idrico Integrato nell’Ambito Territoriale Ottimale n.4 – Lazio Meridionale, ha potenziato gli strumenti di welfare aziendale per supportare i dipendenti attraverso l’offerta di nuovi programmi, in aggiunta a quelli già esistenti, al fine di migliorare ancor più il livello di tutela delle persone e consentire un aumento del loro potere d’acquisto.

«L’Italia, così come gran parte d’Europa – ha sottolineato il Presidente della Società, Dott. Michele Lauriola – in questi anni sta vivendo una situazione di profonda incertezza economica, caratterizzata da tagli alla spesa pubblica e a servizi essenziali come la Sanità e l’Istruzione. Per far fronte a questo difficile contesto storico, abbiamo ritenuto giusto e doveroso mettere in campo una serie di azioni a sostegno dei dipendenti in àmbiti come l’assistenza sanitaria integrativa, l’istruzione dei figli e il risparmio pensionistico. Si tratta di strumenti – ha sottolineato il Presidente Lauriola – con cui vogliamo migliorare la qualità della vita e il benessere dei nostri dipendenti e dei loro familiari».

Il progetto, dunque, amplia le offerte di welfare aziendale già esistenti, permettendo ai dipendenti di accedere a prestazioni e servizi personalizzabili in base alle proprie esigenze. In questo modo, la Società e le Rappresentanze Sindacali intendono accrescere la tutela nei confronti del personale in tutti quegli àmbiti in cui il welfare pubblico mostra carenze sempre più evidenti.

«Siamo molto soddisfatti degli accordi raggiunti, ma ancor più lo siamo per la libera scelta della Società di ampliare le azioni a sostegno dei dipendenti. Si tratta di un’iniziativa improntata sulla valorizzazione e sulla tutela dei lavoratori, temi a noi da sempre molto cari.» Dichiarano le Rappresentanze Sindacali.

Nel dettaglio, i dipendenti che avendo contribuito al raggiungimento degli obiettivi aziendali prefissati, otterranno il Premio di risultato potranno scegliere se riceverlo in denaro o convertirlo – interamente o solo in parte – in “quote” di welfare che potranno essere utilizzate durante l’anno a discrezione del collaboratore nelle diverse aree previste:

• l’area dell’assistenza sanitaria integrativa, che permette di ampliare la richiesta di rimborso delle spese mediche sostenute per il proprio nucleo familiare. Sarà infatti possibile per il dipendente chiedere il rimborso delle spese mediche anche in aggiunta alle coperture assicurative di base eventualmente già in essere;

• l’area dell’istruzione dei figli, che permette di portare a rimborso le spese sostenute per l’istruzione dei propri figli, dall’asilo alle rette scolastiche fino ai campi estivi e master universitari;

• l’area della previdenza complementare, al fine di intervenire anche sulla protezione del reddito futuro, dà la possibilità al collaboratore di effettuare un versamento aggiuntivo al Fondo pensione al quale si è iscritto e al quale l’azienda versa il TFR.

La decisione di Acqualatina di investire su questi progetti nasce dalla volontà di allineare sempre di più le direttive aziendali con i reali bisogni dei dipendenti. Una scelta che va a favore sia del personale sia di tutto il territorio: la qualità del servizio reso da un’azienda è, infatti, strettamente collegata alla soddisfazione e alla motivazione dei dipendenti.