contatore statistiche per siti
domenica, 8 dicembre 2019

“Cambiamenti” di Simone Nardone presentato a Itri mercoledi 31 luglio

 

 

Mercoledì 31 luglio, alle ore 21,00, in piazza Sandro Pertini (piazzale delle Poste), a Itri, si terrà la presentazione dell’ultimo romanzo del giornalista Simone Nardone dal titolo “Cambiamenti”. L’evento patrocinato dal Comune di Itri, con i media partner di H24notizie.com, Radio Civita in Blu e Radio Antenna Musica, vedrà l’intervento per i saluti istituzionali del sindaco di Itri Antonio Fargiorgio.

A moderare l’incontro ci penserà Enrico Duratorre.

Nardone, giovane autore fondano che ha già segnato tappe importanti nelle pubblicazioni di saggistica, di romanzi, di opere di riflessioni, torna a Itri un anno dopo la presentazione del suo primo romanzo “Elisir”.

Questa volta con “Cambiamenti”, Nardone ha abbandonato la territorialità propria della sua prima esperienza narrativa, quando parlava del suo territorio attraverso un thriller che teneva il lettore con il fiato sospeso fino all’ultimo.

“Cambiamenti” è un romanzo di genere, riflessivo, con una storia molto particolare. Nella sua prima presentazione a Fondi, Nardone aveva voluto dialogare con alcuni ospiti ponendo l’attenzione su tre delle tematiche cardine dei primi capitoli del libro: la vita, la politica e il giornalismo – più in generale sul mondo dell’informazione. Ma sono tante, tantissime, le tematiche al centro del romanzo.

Perché si parla di affetti e di scelte, di detto e non detto, si parla della vita, attraverso un romanzo di genere che incuriosisce e che trova al proprio interno almeno un paio di colpi di scena assolutamente inaspettati. CAMBIAMENTI (StreetLib 2018). “Luca e Giovanni –si legge nella presentazione in copertina- si ritrovano dopo molto tempo. Hanno tante cose di cui parlare ma nulla che li distolga dal proprio presente. Mentre uno pensa al passato, l’altro è proiettato al futuro.

I due, seduti in un’osteria sul lungotevere romano, si raccontano e ci raccontano delle loro vite.

Lo fanno attraverso gli occhi e la penna di chi narra: un osservatore silenzioso, un protagonista in ombra”.

Si tratta, per l’estate culturale itrana, di un appuntamento che richiamerà, a quanto già dato sapere, un pubblico appassionato del genere e, soprattutto, attento a valutare l’ulteriore maturazione compositiva di un autore dal futuro letterario sempre più proiettato verso l’alto.

Orazio Ruggieri