contatore statistiche per siti
sabato, 20 ottobre 2018

Challenge Venice, sfida per i più audaci: grande prova di Erasmo Marciano

 

Spettacolo, emozioni e tempi record hanno caratterizzato la terza edizione della gara internazionale di triathlon

 

Per raggiungere grandi risultati occorrono grandi sogni….e stavolta Marciano Erasmo ha sognato e realizzato la sua vittoria a Venezia.

L’atleta formiano partito con il pettorale 211 si è distinto nella frazione di nuoto mettendosi in evidenza insieme alla categoria PRO (eitle degli ironman) uscendo dall’acqua 36esimo a pochi secondi dal primo, nonostante il percorso di 3,8km era influenzato da una corrente contraria.

Successivamente la frazione di bike 180 km é stata gestita dall’atleta come da tabella. Nella frazione della corsa di 42,2km, Marciano é incappato in un errore, sbagliando strada, in quanto il percorso é stato mal segnalato dai responsabili di gara, che gli hanno fatto perdere posizioni ed energie ed oltre 30 minuti.

Erasmo Marciano

La corsa é stata eseguita sotto un caldo asfissiante con picchi di 35 gradi senza ombra che ha causato il ritiro di oltre 50% dei partecipanti alla gara ma Marciano nonostante l’errore é riuscito a continuare e  alle 15:30 aveva giá effettuato 20km di corsa dei 42 totali, ma l’errore gli é costato caro, ha tentato di recuperare subito posizioni ma in una competizione di questo tipo si pagano certi errori.

L’atleta della Poligolfo ha completato il percorso di 3.8km di nuoto, 180km di bike e 42.km (quasi 47) di run in 12:14:07 e si è posizionato 136esimo al Challenge a Venezia. Un ottimo risultato per l’atleta.

Un ringraziamento speciale va alla su preparatrice atletica Luana Morzani di spicco nazionale che lo sa seguito solamente da Aprile ottimizzando al massimo risorse e tempo, l’uscita dall’acqua con i PRO ed il successo della gara é dovuto alla professionalitá del suo Coach.

Complimenti anche da parte del suo coach che a fine gara ha dichiarato:  “Mi hai aiutato a fare bene il mio lavoro perchè sei l’atleta che vorrebbero tutti gli allenatori. Hai aperto i miei occhi nelle situazioni piu difficili.