Gli impianti di rifornimento carburanti cominceranno a chiudere: da mercoledì notte quelli della rete autostradale, compresi raccordi e tangenziali; e, via via,tutti gli altri anche lungo la viabilità ordinaria.”.

Lo riporta una nota congiunta Faib, Fegica Figisc/Anisa

”Noi, da soli, non siamo più nelle condizioni di assicurare né il necessario livello di sicurezza sanitaria, né la sostenibilità economica del servizio”, spiegano i gestori carburanti.

+++AGGIORNAMENTO++

Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte nella conferenza stampa odierna, però, ha tranquillizato la cittadinanza garantendo tutti i servizi essenziali.

Anche il garante degli scioperi chiede subito di revocare lo stop dei benzinai. Molto probabilmente arriverà un’ordinanza che regolamenterà gli orari di apertura dei benzinai.