contatore statistiche per siti
mercoledì, 19 settembre 2018

“Fondi Unita” presenta delle proposte organiche in tema di sicurezza, decoro urbano ed immigrazione

 

 

Sicurezza urbana, decoro ed immigrazione, sono temi di estrema attualità anche a Fondi, una Città medio piccola ma che si sviluppa su un ampio territorio e che pertanto necessita di una politica di prevenzione sociale della criminalità nelle varie forme, di educazione, di integrazione sociale e, soprattutto, sicurezza.

“Abbiamo una certezza inconfutabile, che anche a Fondi la sensazione diffusa del livello di sicurezza percepito negli ultimi anni si sia notevolmente abbassato. Pur non volendo creare inutili allarmismi, ritengo che sia mio dovere, nelle vesti di Cittadino prima ancora che di rappresentante politico, assumere precise posizioni in merito, indicando soluzioni ed azioni concrete che possano contribuire a disinnescare situazioni sociali potenzialmente pericolose”.

Nella mattinata di ieri, Lunedì 25 Giugno, abbiamo proposto al Sindaco De Meo una serie di iniziative che vedano il corpo di Polizia Municipale impegnato in un maggior controllo del territorio comunale, in particolar modo attraverso servizi di pattugliamento in zone urbane ed extraurbane distribuiti in orari anche serali e notturni e servizi integrati con il volontariato-partner della sicurezza per il controllo di zone a particolare rischio. Contestualmente rendiamo pubblica la proposta di Istituzione del Vigile di Quartiere e di Zona, ed alcune iniziative che riteniamo necessarie e non più procastinabili, nello specifico l’adesione al Progetto “Vicinato Attivo” in collaborazione con Forze dell’Ordine e Cittadini, l’attuazione di forme dirette di interazione comunicativa tra Cittadini e Polizia Municipale (mediante l’utilizzo di social e strumenti telefonici), l’adozione di apposite Ordinanze per contrastare situazioni di degrado urbano e di microcriminalità diffusa collegate all’acquisto ed il consumo di sostanze stupefacenti. Anche e soprattutto perché a nostro avviso è indispensabile rafforzare le iniziative indirizzate ai giovani di contrasto all’uso delle droghe, all’abuso di alcool ed al gioco d’azzardo.

Un capitolo a parte merita la questione Immigrazione che vede oramai circa il 10% dei Cittadini residenti a Fondi essere stranieri. “Ritengo che l’Amministrazione Comunale debba farsi carico di politiche locali per i Cittadini residenti stranieri finalizzate all’integrazione, l’inclusione e la convivenza, che passa anche attraverso la costituzione di un Consiglio delle Comunità straniere”.

In questo ambito “Fondi Unita” chiede che sia posta in atto un‘azione di controllo a tappeto sul territorio comunale (non certo occasionale e sporadica), su tutti i Cittadini stranieri presenti, al fine di controllare: occupazione, regolarità dei Contratti di Lavoro, residenze, regolarità dei Contratti di affitto, pagamento dei tributi comunali e scolarizzazione dei minori.

Troppa gente, anche a Fondi, sfrutta questi soggetti e troppi stranieri illegali sono sul nostro territorio, vivendo in zone d’ombra dove spesso nascono e si espandono e diffondono le illegalità, tra l’indifferenza delle autorità ed il buonismo dei Cittadini. “Ritengo quanto mai opportuno un incontro (sarebbe il primo) tra le forze di Maggioranza per conoscere la situazione legata all’ospitalità dei richiedenti asilo a Fondi, in tutti i suoi aspetti, perché molte cose, avvalorate dagli ultimi avvenimenti, fanno capire che sono diffuse situazioni di non rispetto delle leggi e di mancanza di adeguati controlli da parte di chi di dovere”.

Queste istanze, presentate al Sindaco ufficialmente, e su cui ci confronteremo presto, siamo certi che verranno prese in considerazione in quanto rispondono alle legittime aspettative dei Cittadini fondani, senza alcuna distinzione di colore, religione ed appartenenza politica.

“Voglio altresì sottolineare, come responsabile del Movimento Civico “Fondi Unita” che, su temi come questi, spero e mi auguro si possa iniziare a costruire un comune percorso con tutte quelle forze locali e nazionali che sono accomunate dalla politica del fare, dalla trasparenza della loro azione e dell’impegno al servizio dei Cittadini, strutturato attraverso un’organica collaborazione, uscendo fuori da stupidi egoismi che denotano esclusivamente miopia e spesso incapacità politica”.