contatore statistiche per siti
lunedì, 25 settembre 2017

Formia, tentata truffa alla Unipol. La Polizia individua la complice

 

 

Gli accertamenti promossi dalla Procura di Cassino a seguito dell’arresto dell’autrice della truffa ai danni dell’UNIPOL di Formia, hanno consentito di individuare la complice della persona arrestata.

Come si ricorderà il personale della Polizia di Stato, interveniva nella sede di quell’istituto di Credito, ove identificava una donna proveniente dalla Campania con alcuni precedenti penali, la quale munita di documenti falsi stava versando 3 assegni del valore di circa € 7.000,00 su di un conto corrente acceso a Roma presso Agenzia UNIPOL nei giorni antecedenti.

L’esame effettuto dai cassieri dellUNIPOL di Formia faceva emergere la falsificazione dei titoli di credito presentati all’atto del versamento.
Al termine degli accertamenti P. F., proveniente da Portici (NA) veniva arrestata facendo scaturire approfondimenti sul conto corrente acceso a Roma e sul quale sarebbero stati versati gli assegni falsificati.
L’esame della fotografia apposta sulla carta di identità presentata all’atto dell’accensione del conto, consentiva agli investigatori di collegare l’episodio accaduto a Formia con altro analogo, per il quale vi era stato un precedente arresto. Infatti a Pontinia una donna era stata arrestata per tentata truffa ai danni di un istituto bancario, avendo presentato una carta di identità riportante la propria fotografia, lo stesso numero di quella mostrata all’agenzia UNIPOL di Roma e dati anagrafici completamente diversi rispetto alla realtà.
Unitamente alla Polizia Postale di Latina, sono in corso accurate indagini volte a ricollegare tali fatti reato, accaduti a Formia e a Pontinia, con ulteriori episodi avvenuti in Latina al fine di fornire all’A.G. procedente un quadro complessivo sulla capacità a delinquere delle persone indagate e giungere all’emissione di provvedimenti di natura cautelare.