Consiglio straordinario urgente oggi a Gaeta. Argomento all’ordine del giorno: approfondimento sull’area della storica stazione ferroviaria della città di Gaeta.
È trascorso poco più di un mese da quel giovedì 11 giugno 2020, “giornata storica per il Golfo” che ha inaugurato il ripristino ed il completamento della ferrovia Formia-Gaeta “Littorina”, eppure l’argomento continua ad essere oggetto di discussione tra i diversi soggetti interessati: Amministrazione Comunale, Consorzio Industriale e Rete Ferroviaria Italiana.
Infatti, dagli interventi è emersa con uniformità l’evidente penalizzazione della non proprietà del Comune di Gaeta dell’area strategicamente importante per la città, che ha ricoperto e ricopre tutt’ora un ruolo essenziale nell’offrire servizio di parcheggio a cittadini e turisti.
Nel corso della discussione, tuttavia, sono state riscontrate delle mancanze sia da parte di chi ha acquisito l’area che da parte dell’amministrazione nella definizione dei compiti. In particolare, il certificato di destinazione urbanistica sembra essere stato rilasciato in modo poco chiaro in quella che più di una vendita sembra essere stata una “svendita”.
Prima del termine della seduta è stato votato all’unanimità il documento prodotto che dà concretizzazione all’ordine del giorno, che per ragioni di tempo però non è stato letto. Come rilasciato, il Consiglio Comunale si impegna a:

  • tutelare l’interesse della collettività garantendo la destinazione esclusivamente a parcheggio dell’intera area ed il mantenimento della possibilità di accesso al suo interno;
  • incaricare i dirigenti tecnici e l’avvocatura comunale a constatare se il Comune avesse un diritto di prelazione e quindi se la mancata comunicazione costituisca il titolo per l’annullamento della vendita;
  • porre in essere ogni azione legale a tutela dell’ente comunale nel rispetto dei principi di cui sopra.
    Non si nasconde, come affermato da alcuni consiglieri, che sull’argomento sarebbe stata utile una maggiore collaborazione tra il Consorzio Industriale e l’Ente Comunale.
    Il sindaco Cosmo Mitrano ha marcato l’obiettivo comune di difendere l’interesse dei cittadini, che deve essere perseguito e raggiunto con un confronto equilibrato e razionale per dare una risposta unanime al problema. ​​​​​​​​​​ La seduta del Consiglio di oggi ha dimostrato l’efficacia di quanto detto dal primo cittadino, poiché il documento finale è il risultato del lavoro congiunto tra maggioranza e minoranza.

Di Maria Concetta VALENTE