contatore statistiche per siti
venerdì, 13 dicembre 2019

Gaeta, Icaro Onlus al fianco degli animali, con corsi per guardie zoofile, presto anche nella Penisola Sud pontina!

 

 

Di Gabriella Gelso

C’è chi combatte per i diritti degli esseri umani, ma c’è anche chi combatte per gli animali, questo è il caso dell’Associazione Icaro Onlus. Il presidente Pietro Lupia, racconta, di seguito, quello che è il loro lavoro, atto a preservare l’esistenza dei nostri amici a quattro zampe, i quali spesso vengono maltrattati ingiustamente. 

In cosa consiste la vostra associazione?

La nostra associazione è nata da circa quindici anni, operiamo essenzialmente nella provincia di Roma e ci dedichiamo alla protezione della natura, in modo particolare alla protezione degli animali. Abbiamo creato un nucleo di guardie zoofile sia regionali, che prefettizie e tramite le guardie zoofile operiamo sui vari territori provinciali, nei quali abbiamo la possibilità di farlo, cioè avendo le nomine dei vari prefetti, a tutela degli animali. 

So che tenete dei corsi come guardie zoofile, come funzionano? Come si può partecipare?

Si, noi riteniamo che i corsi siano fondamentali perché le materie a cui dobbiamo far fronte sono molteplici e molto delicate. Nel caso specifico la guardia zoofila prefettizia che si differenzia da quella regionale per una diversa qualifica ha addirittura funzioni di polizia giudiziaria, quindi in questo caso può intervenire in caso di reato. Il reato come sappiamo è una contravvenzione alla legge penale, quindi è importantissimo avere delle nozioni, noi cerchiamo di darle attraverso questi corsi in maniera esauriente. Abbiamo tra i docenti il criminologo, lo psicologo, l’avvocato, tutte persone che possono rappresentare le varie materie in maniera esaustiva. Chiunque può accedervi purché ovviamente sia maggiorenne, ma può partecipare anche un minorenne con l’autorizzazione di chi ne esercita la patria potestà. Tutti possono prenderne parte, i requisiti più importanti sono l’amore per gli animali, per la legge e per la giustizia. 

In particolare in cosa consiste il lavoro di guardia zoofila, cosa andranno a fare gli utenti dopo il corso?

La prassi vuole che una volta terminato il corso e superato l’esame regionale, quindi pubblico, si ci deve rivolgere ad un’associazione iscritta all’albo del volontariato, la quale proporrà l’iscritto alla regione affinché divenga guarda zoofila regionale. Essa dovrà operare insieme ai servizi veterinari, alle varie Asl di zona. Il gradino successivo è rappresentato dalle guardie zoofile prefettizie, dove si passa dopo aver effettuato una sorta di tirocinio. Proprio per questo il nostro corso si compone di due fasi: la prima richiestaci dalla regione Lazio con tutte le materie che ci impongono loro; la seconda è invece un corso che abbiamo creato noi, indirizzato prettamente alle guardie volontarie. Non dobbiamo però pensare che essa essendo volontaria abbia meno poteri di un agente di polizia o di un carabiniere, perché nel momento in cui va a svolgere il proprio servizio di volontariato, ma qualificato, realizza un servizio pubblico. È importantissimo che chi andrà a fare ciò sia in grado di ottemperare a tutto quello che la legge pretende. A Gaeta stiamo organizzando il nono corso di guardie zoofile unitamente a quello di guardie giudiziarie. 

Cosa mirate a raggiungere con questa iniziativa?

Abbiamo trovato delle persone splendide qui in provincia di Latina, oggi ci sono dei rappresentanti del gruppo che abbiamo creato: Deborah Pilch, Roberto Agresti, Milo Marcucci e Filomena Lombardi, la coordinatrice di questo neo gruppo. Inoltre citiamo anche se non presenti, Jessica Autore e Antonio Muscas. Vorremmo ampliare questo team perché è importantissimo divulgare questa cultura per vari motivi. Primo per mostrare l’amore verso gli animali che come sappiamo sono utilissimi nella pet terapy. Poi perché le persone devono imparare a rispettarli e quindi la nostra opera sarà un’opera di prevenzione inizialmente e purtroppo di repressione per quei casi in cui non viene recepito questo messaggio. Nel momento in cui i nostri amici avranno i decreti rilasciati dal prefetto sarà possibile sanzionare i trasgressori e addirittura di fare delle denunce penali nei casi gravissimi. 

Per chi fosse interessato, può mettersi in contatto con la suddetta Associazione, intanto a breve inizieranno i corsi anche nella città di Gaeta, presso il Comune, per difendere i più fedeli compagni.