Polizia di Stato – Questura di Latina: il Commissariato di Gaeta, negli ultimi giorni, ha proposto l’applicazione della misura di prevenzione del Foglio di Via Obbligatorio nei confronti di quattro persone, di origine campana, giunte nella provincia di Gaeta senza un valido motivo, le quali hanno causato problemi per l’ordine e la sicurezza pubblica e quindi considerate pericolose.​​

Non potranno più tornare a Gaeta un 42enne, un 32enne ed un 24enne, tutti della provincia di Napoli con a carico numerosi precedenti di Polizia per reati contro il patrimonio, la persona ed altri gravi reati. I predetti, hanno tentato di accedere ad uno stabilimento balneare di Serapo in evidente stato psicofisico alterato, probabilmente dovuto dall’uso smodato di sostanze alcoliche e, nonostante l’opposizione da parte dei gestori del lido, anche al fine del necessario distanziamento sociale per la prevenzione della diffusione del virus COVID-19, hanno inizialmente inveito contro i responsabili di quel tratto di arenili fino ad aggredirli fisicamente. La situazione, per fortuna non è degenerata grazie al tempestivo intervento della volante che si trovava a pochi passi dal luogo.

I suddetti sono stati controllati e non hanno saputo fornire agli operatori di Polizia una valida giustificazione circa la loro presenza in quel centro, adducendo motivazioni false, tendenziose e contraddittorie. Nei loro confronti, considerato che non sono residenti nel comune di Gaeta, né vi svolgono nessuna attività lavorativa, il Questore della Provincia di Latina ha emesso il Provvedimento di Divieto di Ritorno per tre anni nel citato comune.

Comunicato stampa

.