di Gabriella Gelso

In questo periodo dell’anno, a Gaeta, si aprono i festeggiamenti dedicati alla Festività di Maria SS. di Porto Salvo, i quali si svolgono nel rione che ne prende il nome, dove vi è collocata la Chiesa dei Santi Cosma e Damiano, in cui viene venerata appunto la statua della Madonna di Porto Salvo, detta anche dal popolo “Madonna Nostra”. È considerata la protettrice dei marittimi che riconduce salva la gente di mare sulla terra. La statua della Madonna, ricoperta di seta e oro, viene condotta su di una imbarcazione seguita da altre, decorate e imbandierate.
Anche quest’anno è giunta la sentitissima solennità di Maria SS. di Porto Salvo, domenica 12 agosto, con la caratteristica processione via mare, dove la statua viene trasportata da una “Paranza”, tipica imbarcazione dei pescatori, e arriva presso LA località di Punta Stendardo; qui viene lasciata in acqua una corona per commemorare i caduti del mare. La tradizione vuole che nel 1655 la Madonna apparve a dei naufraghi durante una burrasca soccorrendoli. Questa celebrazione religiosa, che ha per protagonisti pescatori e naviganti in genere, è rimasta nei secoli un sentito evento di comunione, ed ancora oggi è fortemente sentita dai cittadini del Borgo e di tutta la città.
Il corteo ha avuto inizio alle ore 18:00, quando la “Stella del Mare” ha lasciato la Chiesa degli Scalzi, per recarsi verso il centro cittadino, lungo Via Indipendenza, ha proseguito poi verso il Lungomare, per raggiungere il porto Peschereccio. A quel punto è stata accompagnata dal gruppo di devoti “portatori”, sull’Imbarcazione dove si è svolto il classico rito della Corona ai caduti (VIDEO).
Al ritorno sulla terra ferma la statua seguita da un folto gruppo di autorità civili, militari e religiose, insieme al popolo accorso numeroso come ogni anno, si è recata in Villa delle Sirene dove il l’Arcivescovo di Gaeta, Mons. Luigi Vari, ha presieduto la celebrazione eucaristica, animata dal Coro Parrocchiale (VIDEO).
A conclusione della Messa, si è fatto ritorno in Parrocchia, dove la Statua, accompagnata dalla musica della Banda “Ercole Montano”, è stata accolta dai fuochi d’artificio e dagli applausi di tutti i presenti.
Un emozionatissimo Don Giuseppe Rosoni ha ringraziato tutti coloro che hanno dato il loro aiuto per rendere la festa possibile, sottolineando come anche in questa occasione Maria SS. di Porto Salvo ha interceduto affinché tutto riuscisse nel migliore dei modi.