contatore statistiche per siti
sabato, 26 maggio 2018

Gaeta: nuovo regolamento per uniformi, gradi, segni distintivi, veicoli e strumenti di autotutela per il Corpo di Polizia Locale

 

 

Il Comune di Gaeta è tra i primi nella Provincia di Latina ad allinearsi alla Deliberazione di giunta della Regione Lazio n. 766 del 29/12/2015 riguardante: uniformi,  gradi,  segni distintivi, veicoli e strumenti di autotutela delle Polizie locali del Lazio. A stabilirlo il consiglio comunale di Gaeta che, nel corso della seduta di mercoledì 16 maggio, ha approvato l’integrazione e modifica all’attuale regolamento in vigore, recependo le novità introdotte dal provvedimento regionale. “Non si tratta di un semplice atto dovuto – ha dichiarato nel corso della seduta l’Assessore alla Polizia locale Italo Taglialatela – ma soprattutto la volontà politico-amministrativa di assicurare funzionalità ed efficienza alle strutture del Corpo andando ad implementare gli standard di sicurezza ed intensificando tutte le misure di vigilanza e di controllo del territorio”.

Tra gli obiettivi della Deliberazione regionale, la necessità di disciplinare i Comandi delle Polizie locali valorizzando contestualmente le capacità professionali degli operatori e fornendo loro tutte le attrezzature necessarie a svolgere l’attività lavorativa. “Un provvedimento – ribadisce l’Assessore Taglialatela – atteso da tempo che non comporta riflessi diretti o indiretti sulla situazione economico-finanziaria o sul patrimonio dell’Ente e che consentirà di estendere l’orario di servizio della Polizia locale oltre le ore 22″. “Questo permetterà di avere a disposizione più personale nella fascia oraria notturna a tutela e garanzia del cittadino”. In previsione dell’affluenza turistica a partire dai prossimi giorni e con l’estate alle porte “l’adeguamento recentemente approvato – conclude Taglialatela – consente agli agenti del Vice Comandante Mauro Renzi, di lavorare al meglio intensificando il controllo del territorio e della viabilità in sinergia con le Forze dell’ordine, vigilando sulla tutela ambientale e garantendo maggior ordine e sicurezza pubblica”.