Accelera il passo la macchina organizzativa della manifestazione sportiva di Primati & Delizie 2015. Si avvicina infatti il momento sia della presentazione ufficiale, prevista il 15 giugno p.v. alle ore 18:30 presso lo stabilimento balneare Nave di Serapo, sia della manifestazione stessa, fissata alle ore 20 del 18 giugno 2015. Un lavoro sempre più serrato che nella giornata di ieri ha visto la Giuria impegnata nel delicato lavoro di sintesi. Resta veramente poco da decidere per quanto riguarda i riconoscimenti attribuiti alle eccellenze del sport gaetano e non. Oltre ai Premi destinati al meglio dello sport gaetano, coerentemente con lo sviluppo editoriale del sito la Giuria ha istituito una nuova tipologia di premi ad ampio raggio. Non meno importante il lavoro che parallelamente è impegnato a svolgere l′organizzazione, con una fitta serie di contatti tesi a circondare gli atleti, tecnici e dirigenti premiati di una significativa e qualificata presenza di ospiti d′onore espressione delle istituzioni amministrative, sportive, militari, spettacolo ed ovviamente del mondo dello sport. A tal proposito è stata confermata a Gaeta per l′VIII Edizione di Primati & Delizie la presenza di Stefano Pantano, attuale direttore tecnico della squadra di scherma delle Fiamme Oro. Annunciata già la presenza del Maestro Umberto Scipione, il lavoro degli organizzatori procede incessantemente in funzione della presentazione ufficiale, quando, nel clima di massima attesa e curiosità che solitamente si viene a creare la Giuria – composta dall′avvocato Enrico Lisetti, dal Cap. Enzo Di Capua, dall′assessore allo sport Luigi Ridolfi, dal Prof. Angelo Ciccone e dal direttore del sito APM – finalmente svelerà i nomi dei premiati dell′Edizione 2015 di Primati & Delizie. 

A seguire A seguire la scheda personale di Stefano Pantano (nella foto)

Cresciuto nel quartiere del Quadraro a Roma, è stato un esponente della spada italiana della sua generazione. Tre volte campione del mondo a squadre di spada (1989, 1990, 1993), ha partecipato ai Giochi olimpici di Seul e Barcellona, ma senza vincere alcuna medaglia (raggiungendo un quarto e un quinto posto a squadre, e un quattordicesimo posto nell′individuale nel 1988).

Ha conquistato 3 ori e un argento alle Universiadi (1983, 1987, 1989), 2 ori in Coppa Europa (1989 e 1994), ed è stato campione italiano assoluto (1989).

È diventato in seguito direttore tecnico delle Fiamme Oro Polizia di Stato sezione scherma. È stato commentatore tecnico della Rai, al fianco della prima voce Federico Calcagno, ai Giochi Olimpici di Atlanta,Sydney, Atene, Pechino e Londra.

È in possesso di una laurea specialistica in scienze motorie ottenuta presso l′università degli studi di Roma “Tor Vergata”.