contatore statistiche per siti
giovedì, 21 giugno 2018

Gaeta: siglato Protocollo d’intesa Comune di Gaeta – Museo Storico della GdF – Scuola Nautica

 

 

Il Sindaco Cosmo Mitrano, il Presidente del Museo Storico Gen. C.A. Flavio Zanini, ed il Comandante “Scuola Nautica” Col. Costanzo Ciaprini, hanno siglato oggi un protocollo d’intesa per la valorizzazione dei Beni Culturali, la promozione e l’organizzazione delle attività culturali. La firma è avvenuta venerdì 25 maggio, presso l’aula consiliare del Comune di Gaeta e prevede l’impegno da parte del Museo Storico e della Scuola Nautica ad ospitare, su indicazione dell’Amministrazione civica, presso le Caserme storiche, la “Mazzini”, “Cavour” e “Bausan”: eventi culturali e spettacolari, stage didattici e tutti coloro che vorranno visitarle.

“Ringrazio – commenta soddisfatto il Sindaco Cosmo Mitrano – il Gen. Zanini, il Col. Ciaprini ed il Presidente ANFI Gaeta Antonino Piras, per la sottoscrizione di una collaborazione che sancisce un ulteriore patto d’amicizia ed una vicinanza Istituzionale”. “E’ la prima volta – prosegue il primo cittadino – che il Museo Storico della Guardia di Finanza sigla un protocollo d’intesa con un’Amministrazione Comunale e questo ci riempie di ulteriore onore ed infinito orgoglio”. “Ci apprestiamo – conclude Mitrano – a condividere azioni per incrementare la qualità della fruizione delle aree museali favorendo l’accesso ad un pubblico sempre più ampio attraverso iniziative promosse e patrocinate dal Comune e dalla Guardia di Finanza”.

Nel corso del suo intervento, il Gen. Zanini ha invece esordito ringraziando le Istituzioni che “hanno reso possibile la stipula dell’odierno protocollo in particolare, il Sindaco Mitrano e il Colonnello Ciaprini, i quali si sono adoperati per rendere possibile una collaborazione che favorirà la condivisione, con residenti e turisti, di una parte importante del ricco Patrimonio Culturale di questa splendida cittadina”.

Il riferimento è al complesso delle Caserme storiche

che ospitano l’istituto di formazione specialistica dei finanzieri di mare e, in particolare, il Castello Aragonese che, sin dal 1946, è sede della Caserma “Mazzini” e, da qualche anno, anche del Museo storico del servizio navale, sezione distaccata del Museo storico della Guardia di Finanza di Roma, inaugurata dal Gen. C.A. Giorgio Toschi nel settembre del 2016.

“L’accordo – conclude il Gen. Zanini – da un lato ha l’obiettivo di valorizzare i Beni Culturali della città e, dall’altro, quello di promuovere e diffondere la cultura storico-militare relativa alla presenza dei finanzieri nei mari nazionali e nelle acque internazionali, costituendo un mirabile esempio di leale e reciproca collaborazione tra le Amministrazioni Statali, così come sancito dall’articolo 9 della nostra Carta Costituzionale”.

Il protocollo d’intesa firmato permetterà quindi al Comune di Gaeta di coordinare il calendario delle visite guidate e tirocini didattici presso i locali della Scuola Nautica, usufruendo

degli annessi spazi espositivi del Museo del servizio navale, anche grazie alla fattiva collaborazione della locale sezione ANFI. Il museo riserva, inoltre, un importante spazio anche alle vicende storiche vissute dalla Scuola Nautica nell’attuale sede, ricordando il connubio che unisce il Corpo alla Città di Gaeta. L’aperture dei monumenti e dei luoghi di interesse storico seguirà un calendario che è in fase di redazione mentre le visite saranno effettuate, oltre che nei giorni di apertura delle strutture, dal lunedì al venerdì, anche nei fine settimana, festivi e prefestivi. Altro punto importante del protocollo, l’impegno di conferire maggiore solennità alle cerimonie commemorative che si svolgono in città, organizzate dal Comune, come il 25 aprile, 2 giugno e 4 novembre. La Scuola Nautica si impegna ad assicurare la partecipazione di una rappresentanza (picchetto in armi) per la resa degli Onori ai Caduti della Patria durante i vari conflitti bellici.

Al Comune di Gaeta, spetta infine, il compito di promuovere e valorizzare il Museo Storico del Servizio navale e della Scuola Nautica della Guardia di Finanza, all’interno dei percorsi turistici ed attraverso l’utilizzo dei suoi canali istituzionali social e siti internet.