contatore statistiche per siti
sabato, 25 maggio 2019

Grande successo per il Carnevale formiano 2019, una manifestazione svolta nel segno della tradizione e del divertimento per l’intera comunità

 

 

Si sono concluse ieri con le due sfilate in maschera svolte al centro di Formia e per le vie di Penitro, le iniziative che hanno caratterizzato questo Carnevale formiano.
Dopo la splendida festa di domenica 3 marzo presso la Villa Comunale, in cui beniamini dei cartoni animati e i protagonisti delle favole hanno intrattenuto e reso magica la mattinata di una folla di bambini entusiasti, è stata ieri la volta della tradizionale sfilata del martedì grasso.
Scuole di ballo, palestre, associazioni e la Parrocchia di Don Bosco, hanno travolto con la loro allegria la moltitudine di grandi e soprattutto bambini che sono scesi ieri in strada per festeggiare il Carnevale.
A Penitro, i festeggiamenti sono iniziati domenica 24 febbraio con la tradizionale “rottura delle pignatte” e sono continuati fino a ieri con un ricco programma che ha visto coinvolti tutti, ma proprio tutti gli abitanti, dai più piccoli che sono tornati a vivere la bellezza del “Carnvale delle scuole” ai più grandi che si sono sfidati in giochi tradizionali e divertenti per far vincere la propria contrada di appartenenza.
“L’obiettivo di quest’anno – afferma l’ Assessore alla Cultura, Carmina Trillino – era quello di creare una festa che con un giusto investimento potesse far divertire i più piccoli e far riscoprire ai più grandi la bellezza della tradizionale e dello stare insieme. Vanno, pertanto, ringraziate la Pro Loco di Formia, che in collaborazione con le associazioni, le palestre, le scuole di ballo e il sempre presente Don Mariano con i ragazzi di Don Bosco, si sono impegnate e hanno deciso di partecipare per donare uno spettacolo unico alla nostra città. E un plauso e un ringraziamento va fatto anche a tutte le contrade e agli organizzatori del Carnevale di Penitro che da quest’anno dopo un periodo di pausa è tornato a far sorridere l’intera comunità penitrese.