contatore statistiche per siti
lunedì, 19 agosto 2019

Guardia Costiera di Gaeta: un weekend tra soccorsi in mare, prevenzione e controlli

 

 

Siamo entrati nella settimana più “calda” della stagione estiva e si sta intensificando l’attività dei militari del Compartimento Marittimo di Gaeta, agli ordini del Comandante Federico Giorgi, su tutto il territorio di competenza del Sud Pontino, da Torre Astura a Nord fino a Scauri a Sud, isole di Ponza e Ventotene comprese.
Soccorsi in mare
Da venerdì a domenica la sala operativa ha gestito le varie chiamate di soccorso in mare, mediante l’intervento delle motovedette della Guardia Costiera. In totale, sono state 11 le persone soccorse e 4 le unità navali assistite.
Si segnalano in particolare due eventi: nella tarda serata di venerdì 9 agosto, una barca a vela di 5 metri si è trovata in difficoltà e si è capovolta all’altezza di Punta Stendardo.

A bordo del natante, che aveva iniziato ad imbarcare acqua, due persone.
Una è stata assistita e presa a bordo da un gommone in transito. I militari hanno invece prestato assistenza allo skipper, fino a che lo stesso non è riuscito a rimettere in assetto l’unità e a riprendere la navigazione; la barca a vela è stata quindi scortata
fino all’ormeggio in sicurezza nel porto di Gaeta.
Nella giornata di domenica 11 agosto, invece, la motovedetta CP 856 è intervenuta all’altezza di Scauri, a seguito di una segnalazione pervenuta via radio da parte di una imbarcazione che si trovava in avaria con 6 persone a bordo, 4 adulti e 2 bambini.
La Guardia Costiera ha provveduto a rassicurare gli occupanti, visibilmente preoccupati, prendendo a bordo le due donne e i due minori. Anche in questo caso, l’attività è proseguita prestando assistenza all’imbarcazione con i due uomini a bordo fino al rientro nel porto di Formia.
Sempre domenica, le motovedette della Guardia Costiera hanno garantito il corretto svolgimento e la cornice di sicurezza in mare ed in ambito portuale, unitamente ai mezzi navali delle altre Forze di Polizia, della partecipata processione di imbarcazioni da Porto Salvo
a Punta Stendardo in occasione dei festeggiamenti di tutti i marittimi per la Madonna di Porto Salvo.
Attività di vigilanza in mare e sulle spiagge.
Tanti i controlli effettuati in mare e sulle spiagge, per garantire la sicurezza del traffico diportistico ed il rispetto dell’ambiente marino e costiero. I militari hanno verificato, in particolare, il rispetto delle Ordinanze di sicurezza balneare: in totale, solo nel weekend sono stati elevati 32 verbali amministrativi per un totale di sanzioni di oltre 27.000 euro.
I comportamenti illeciti più ricorrenti hanno riguardato la mancanza di certificati e documenti di bordo, compresi titoli abilitativi alla navigazione e certificati assicurativi, il mancato rispetto
delle distanze di sicurezza dalla costa o la navigazione in acque riservate alla balneazione,
l’attività degli assistenti bagnanti presso le postazioni di salvataggio, infine l’abusiva
occupazione del demanio marittimo mediante il preposizionamento di attrezzature balneari
(vari interventi sulle spiagge di Serapo, Sant’Agostino, Ariana e Sperlonga).
La Guardia Costiera, che sta rafforzando i propri assetti ed intensificando le attività di
prevenzione e controllo in vista del Ferragosto, coglie l’occasione per ricordare che è attivo su
tutto il territorio nazionale il numero blu gratuito per le emergenze in mare e sulle spiagge
“1530”.