contatore statistiche per siti
lunedì, 23 settembre 2019

Il Dr. Giorgio Treglia nuovo testimonial internazionale della Cochrane Collaboration

 

 

La Cochrane Collaboration è una iniziativa internazionale, no-profit ed indipendente, nata con lo scopo di raccogliere, valutare criticamente e diffondere le informazioni relative all’efficacia e alla sicurezza degli interventi sanitari a livello mondiale.

I documenti basati sulle evidenze scientifiche prodotti dagli esperti internazionali della Cochrane Collaboration sono riconosciuti a livello mondiale come elaborati di elevatissima qualità e metodologicamente rigorosi, tali da influenzare le scelte decisionali in ambito sanitario. Di conseguenza, nel corso degli anni la sigla Cochrane è diventata un vero e proprio marchio di qualità in ambito sanitario.

Circa 280.000 operatori sanitari, ricercatori e rappresentanti di associazioni di pazienti di tutto il mondo sono attualmente impegnati nelle attività della Cochrane Collaboration che permettono ai sistemi sanitari internazionali di ottimizzare la distribuzione delle risorse economico-finanziarie attraverso scelte basate sulle evidenze scientifiche.

Il Dr. Giorgio Treglia, medico originario di Formia, è collaboratore del gruppo Cochrane Svizzera dal 2018, di cui è delegato per il Canton Ticino (Svizzera) ed è stato recentemente selezionato come testimonial internazionale della Cochrane Collaboration. A pesare sulla scelta è stata l’intensa attività del Dr. Treglia a supporto della medicina basata sulle evidenze scientifiche. La Cochrane Collaboration ha voluto raccogliere la testimonianza del Dr. Treglia a riguardo pubblicando uno stralcio della sua intervista sul suo sito web e diramando un comunicato stampa.

Il medico pontino svolge dal 2013 la sua attività professionale presso l’Ente Ospedaliero Cantonale della Svizzera Italiana (attualmente con gli incarichi di capo del Servizio Ricerca ed Innovazione presso la Direzione Generale del suddetto Ente, nonchè responsabile dell’Unità di Valutazione delle Tecnologie sanitarie e caposervizio di Medicina Nucleare). Il Dr. Treglia è inoltre attivo in ambito accademico come docente universitario presso la Facoltà di Biologia e Medicina dell’Università di Losanna ed ha all’attivo circa 300 pubblicazioni su riviste scientifiche internazionali.

Fonte: Comunicato stampa Cochrane.