contatore statistiche per siti
martedì, 11 dicembre 2018

Indebitamente beneficiavano dell’esenzione dal pagamento del “bollo auto”. La Finanza scopre 66 furbetti

 

66 trasgressori tra Fondi, Monte San Biagio, Lenola, Sperlonga, Formia, Gaeta, Itri, Minturno, Ponza, Castelforte e Santi Cosma e Damiano

 

Le Fiamme Gialle del Comando Provinciale Latina, nel corso di specifica attività investigativa a tutela delle entrate erariali, hanno scoperto nr. 66 persone che indebitamente beneficiavano dell’esenzione dal pagamento del “bollo auto”.
Nello specifico, le indagini condotte dai Finanzieri del Nucleo Mobile della Compagnia di Fondi, sono state incentrate sulle agevolazioni fiscali riconosciute dall’art. 8 della Legge 449/97 ai portatori di handicap gravi (o ai familiari cui gli stessi risultino fiscalmente a carico); norma che prevede l’esenzione dal pagamento della tassa automobilistica regionale sul possesso di veicoli iscritti al Pubblico Registro Automobilistico (PRA).

Dalla platea dei soggetti beneficiari dell’esenzione dal bollo, i militari, mediante accurate attività d’indagine avvalendosi dell’ausilio delle banche dati in uso al Corpo, sono riusciti a risalire ai 66 soggetti in una vasta area della provincia di Latina, ricomprendente i comuni di Fondi, Monte San Biagio, Lenola, Sperlonga, Formia, Gaeta, Itri, Minturno, Ponza, Castelforte e Santi Cosma e Damiano, che, omettendo la comunicazione del decesso del familiare titolare dei benefici cui alla legge 104/1992, hanno continuato ad usufruire indebitamente dell’agevolazione spettante al de cuius.
All’esito delle attività investigative, nei confronti dei trasgressori è stata irrogata, ai sensi degli artt. 13 e 14 della Legge 24 novembre 1981, nr. 689, per la violazione cui all’art. 316-ter, 2° comma, c.p. una sanzione pecuniaria pari al triplo dell’indebito beneficio, per complessivi € 130.611,87, oltre ad aver recuperato l’ammontare del bollo auto non pagato pari ad € 43.537,31, maggiorato di sanzioni ed interessi.