di Gabriella Gelso

Tra le mura amiche, la Polisportiva Gaeta, cala il poker, ai danni del Lenola, accorciando così la distanza dalla vetta.
Dopo la battuta d’arresto in casa del Pontinia, la compagine sud pontina, riprende il cammino verso l’obbiettivo, annunciato sin dall’inizio della stagione, ovvero quello tornare in Eccellenza.
Nella prima frazione di gioco, gli ospiti, sono stati abili a limitare la manovra offensiva della compagine Sud Pontina.
Da evidenziare al 5′, il Cross di Cano, sul quale arriva Gonzales che si esibisce in un tiro al volo, ma la sfera termina alta. I tentativi dalla distanza, prima di Cano, al 13′, che spedisce il pallone oltre la traversa, e in seguito, al quarto d’ora, di Otero, il quale, non centra lo specchio della porta.
Al 43’, arriva una buona occasione anche per il team di mister Davia, su calcio piazzato, Tedeschi si incarica della battuta, la sfera si infrange sul palo e termina sui piedi di Tretola, che solo davanti a Fernandez, cerca la rete, ma quest’ultimo si oppone al tiro. Le reti dei biancorossi arrivano nella seconda parte del match. Al 3’, Iguaddou, dalla fascia sinistra, serve Cano, che si libera e mette a segno la prima marcatura dell’incontro.
Al quarto d’ora, Iguadou, viene messo giù, in area di rigore da Di Girolamo, per il direttore di gara è rigore. Dal dischetto parte Cano, che realizza la doppietta personale.
Iguaddou, al 35’ spegne definitivamente le speranze degli avversari, infatti dopo aver ricevuto da Cano, concretizza la terza marcatura. Infine due minuti più tardi, Iguaddou, ricambia il favore, servendo a Cano il pallone della tripletta.
Al momento del triplice fischio è grande festa sugli spalti, da parte dei tifosi, che applaudono orgogliosi i loro beniamini.
Il team del Golfo ritorna alla vittoria, il dirigente generale, Vincenzo Procopio, molto soddisfatto dei tre punti conquistati, commenta: “Questa vittoria ci voleva perché comunque noi non ci nascondiamo, siamo organizzati e costruiti per la risalita nella categoria superiore. Ogni partita la giochiamo per vincere.”