contatore statistiche per siti
lunedì, 16 dicembre 2019

L’associazione culturale Monte Cristo scrive al Presidente della Provincia per la messa in sicurezza e la viabilità della Strada Provinciale 138 Via Sant’Agostino, raccolte 150 firme

 

 

Ieri 05.07.2019, attraverso una petizione, circa 150 firme raccolte, l’Associazione culturale Monte Cristo, ha ritenuto opportuno segnalare al Presidente della Provincia e all’amministrazione comunale  la pericolosità del tratto di strada provinciale S.P. 138 S.Agostino. In effetti, la Strada Provinciale, che  si estende all’interno del territorio di Gaeta per una lunghezza totale di  Km 5,600 (punto iniziale incrocio con S.R. 213 Flacca  Comune di Gaeta, punto finale Centro abitato di Gaeta Agip Petroli Raffinerie Eni), risulta sprovvista di segnaletica orizzontale, verticale , presidi di sicurezza al fine di limitare la velocità, pubblica illuminazione e  guard rail. Tutte queste condizioni costituiscono insidie assai pericolose che si acuiscono nei periodo estivi e  in caso di pioggia. Ne consegue l’elevato rischio d’incidenti per i numerosi  mezzi di trasporto,  autovetture, camion, motocicli, biciclette,  che percorrono quotidianamente la strada in oggetto, taluni perfino mortali.

Il tratto di strada segnalato, infatti,  presenta una pericolosità oggettiva dovuta all’elevata velocità del traffico veicolare che ormai è sempre più intenso su questa zona, in quanto divenuta strada nota soprattutto ai turisti durante il periodo estivo.

Tale questione crea una inevitabile situazione di pericolo  per tutti gli abitanti della zona ma anche per gli automobilisti stessi e/o passanti.

Invero sovente, come drammaticamente anticipato,  si verificano incidenti  stradali che alcuni giorni fa hanno visto l’ennesima autovettura uscita fuoristrada e nel 2017 hanno addirittura portato al tragico decesso di un turista.

 

 

Il direttivo dell’Associazione culturale Monte Cristo, a seguito delle  pressanti richieste  pervenute dai residenti della zona, ha provveduto, nonostante sia stata riscontrata una propositiva apertura dell’amministrazione, attraverso i numerosi incontri avvenuti con  il consigliere comunale Marco Di Vasta, il quale si è fatto portavoce della problematica,  a protocollare l’istanza per dare maggior valore a tale problematica.

L’associazione chiede  alla  Provincia,  in virtù della propria competenza,  dall’intersezione della S.R. 213 Flacca fino al km 1+500, e all’ Amministrazione Comunale in virtù della delibera del 03.07.2015 n. 201, la quale “include nel centro abitato il tratto di S.P. 138 che va dal km1+500 al Km 5+600”, di valutare la necessità di provvedere al monitoraggio, manutenzione e istallazione di corpi illuminati  e predisporre, se del caso, gli opportuni presidi di sicurezza al fine di limitare le alte velocità