contatore statistiche per siti
venerdì, 14 dicembre 2018

Natale in gioco – parte 1

 

 

20131216-223606.jpgIl Natale è ormai alle porte e tanti sono i giochi che possono essere organizzati per allietare i pomeriggi freddi di questi ultimi giorni prima del nuovo anno.
Giochi da tavolo, di carte, tombola, party game ma soprattutto giochi di squadra come per esempio la tanto amata e divertente “Caccia al tesoro”.
Ma cos’è una caccia al tesoro e come si può organizzare! Innanzitutto una caccia al tesoro è un gioco di società a cui possono partecipare bambini e adulti senza limiti di età suddivisi in squadre il cui obiettivo è quello di raggiungere una meta, un traguardo che può essere il ritrovamento di uno scrigno nascosto oppure la ricerca di più oggetti opportunamente celati dagli organizzatori del gioco.
Una caccia al tesoro può essere svolta sia in ambienti chiusi (in casa, in un locale pubblico…) sia in spazi aperti anche molto ampi rendendo la caccia più competitiva e affascinante.
Varie sono le tipologie di caccia al tesoro che possono essere giocate: dal classico ritrovamento di un oggetto ben nascosto (che può essere lo stesso tesoro) attraverso una serie di indizi opportunamente nascosti anche loro; alla ricerca di più oggetti reperibili nei posti più disparati (in questo caso la vittoria spetterà alla squadra che avrà accumulato il maggior numero di oggetti nel minor tempo possibile); dalla caccia al tesoro fotografica a quelle virtuali organizzate su svariati siti internet anche a scopo pubblicitario.
Analizzando una caccia al tesoro tradizionale, la sua preparazione non richiede particolari competenze ludiche; anzi la sua organizzazione è alla portata di tutti ed è un modo divertente per mettere alla prova la propria creatività: bisognerà creare una catena di prove da superare, messaggi criptati e indovinelli da risolvere. La caccia al tesoro potrebbe prendere il via proprio con un indovinello da far risolvere che potrebbe essere anche una mappa con la quale poi si aiutano i concorrenti a ritrovare i successivi passaggi fino al raggiungimento dell’obiettivo finale.
Varie le prove da superare che si possono assegnare alle squadre: risolvere indovinelli o rompicapo (la difficoltà varia a seconda dell’età dei partecipanti); rebus; mini cruciverba; particolari azioni da eseguire; trovare uno o più oggetti nascosti; memorizzare filastrocche o poesie, etc.
L’ultima prova sarà quella più importante perché porterà la squadra al ritrovamento del tesoro e quindi alla vittoria finale: ma per non far dispiacere i piccoli partecipanti il consiglio è quello di predisporre un tesoro per ogni squadra che partecipi in modo da evitare la tristezza degli sconfitti e concludere la caccia al tesoro con la felicità di tutti i bambini che vi hanno partecipato.
Ma se volete vedere dal vivo una caccia al tesoro, mercoledì 18 dicembre alle ore 16,00 presso il Villaggio di Babbo Natale l’Associazione Horus ne organizzerà una proprio per i bambini fino ai 12 anni. Vi aspettiamo!

Nardone Adriano

Articoli correlati: 3^ edizione della settimana del gioco in scatola
rubrica Ri…mettiamoci in gioco