di Gabriella Gelso

Al Riciniello, gremito di tifosi, come non si vedeva da tempo è andato in scena il derby tanto atteso, in una cornice di festa, tra la Mistral e la Polisportiva Gaeta, due compagini della città sud pontina, le quali si sono suddivise la posta in palio, al termine di una lunga battaglia. Una gara storica, che ha visto in campo due formazioni, intenzionate a giocarsi il primato cittadino. In campo è risultata evidente la superiorità tecnica della Polisportiva, che però ha faticato notevolmente ad arrivare dalle parti di Caso, grazie ad un’attenta cerniera difensiva dei padroni di casa. Il match, si sblocca, con grande sorpresa, a favore della formazione di Mister Parisella, in seguito ad un errore di Mirabet, che permette a Fanelli di recuperare un pallone ed esibirsi in un pallonetto, beffando Fernandez.

Solo nei secondi 45’ minuti, gli ospiti riescono a bucare l’ottimo muro difensivo degli avversari: il goal, arriva ad opera di Garcia, al 14’, che riceve da Iguaddou e sigla la rete del pareggio. Il team di mister Pepe non si accontenta e continua a cercare il vantaggio, che arriva alla mezz’ora: Iguaddou invita al tiro Cano, il quale non sbaglia, siglando il 2 – 1. I ragazzi in maglia gialloblu non riescono ad impensierire il numero uno ospite, la vittoria sembra ormai destinata ai colori biancorossi, ma all’ultimo minuto di recupero, il direttore di gara assegna un calcio di punizione per i padroni di casa, va Vitale e con un sinistro a giro, esegue una battuta da grande campione, che termina sotto al set. Giunge il triplice fischio, rammarico per Mister Pepe ed i suoi, costretti a rallentare, la propria marcia verso la testa della classifica. Invece Vitale e compagni portano a casa il quarto risultato utile consecutivo.