contatore statistiche per siti
domenica, 17 dicembre 2017

Pareggio amaro per la Pol.Gaeta con il Monte San Biagio. Incontro viziato da una clamorosa decisione dell’arbitro (#Video-#Foto)

 

 

di Gabriella Gelso

Pareggio amaro per la Polisportiva Gaeta, tra le mura amiche, nella sfida contro il Monte S. Biagio, capolista del torneo di promozione laziale, nel girone d. Risultato, che non rispecchia quanto visto in campo, frutto di una clamorosa decisione del Signor Giacometti di Gubbio.

Nella prima frazione di gara è il Monte S. Biagio a fare la gara, provando a beffare Fernandez dalla distanza, ma quest’ultimo, ha dato prova di grande bravura, mostrandosi sempre pronto e attento su ogni attacco.

I padroni di casa, attendono il varco giusto, per colpire gli ospiti, che arriva allo scadere dei primi 45’: Kabangù dalla fascia sinistra, mette al centro un buon cross, raccolto da Cano, che va al tiro beffando Matrone.

Nella seconda parte dell’incontro, il Gaeta, rinvigorito dal vantaggio, cerca il raddoppio.

L’entusiasmo, però viene spento al 23’, quando, Fernandez, blocca il pallone a terra, in seguito ad un corner, nel rialzarsi con un colpo di reni, va forse a toccare, se non a sfiorare l’avversario, rimasto ad attenderlo, molto probabilmente per infastidirlo.

Tra i due ha inizio un normale battibecco, senza cattiveria, allo scopo di spiegarsi, ma il direttore di gara, vede altro, ravvisando gli estremi per il penalty. E’ possibile visionare la discutibile decisione arbitrale nel video gentilmente concesso da Antonio Salone di UChannel.

A nulla servono le proteste dei giocatori e dei tifosi, sconvolti dall’accaduto, De Simone si prepara dal dischetto e realizza.

I biancorossi non ci stanno e sospinti dai propri tifosi, ritrovano il vantaggio: Barrero, in seguito all’uscita errata del portiere ospite, insacca di testa al 37’.

Gli ospiti, però, non si arrendono e tentano di rispondere alla rete di Barrero, ma un ottimo Giunta, subentrato a Fernandez, in seguito all’espulsione, mantiene inviolata la propria porta con due grandi interventi, fino al 45’, momento in cui, Mallozzi effettua un traversone dalla sinistra, che scavalca il portiere e De Simone solo di testa, segna il definitivo 2 a 2.

Dopo 5’ di recupero, arriva il triplice fischio, Pepe e compagni lasciano il terreno gioco con grande malcontento.

L’allenatore in seconda Miccolo commenta incredulo l’accaduto: “Io penso che oggi, purtroppo, la partita è stata macchiata da un episodio eclatante, il Gaeta meritava di vincere, ma è stato penalizzato da un errore gravissimo. Dispiace che dopo tanti sacrifici, a causa di questa ingiustizia, siamo noi a pagarne le conseguenze.”

Si ringrazia per le immagini Leonardo D’Angelo  www.leonardodangelo.com