I poliziotti della Questura di Latina intervengono, nella notte tra sabato e domenica, per prestare ausilio a un collega in servizio presso la Questura di Roma ma abitante nel capoluogo pontino.

L’agente, nel cuore della notte, svegliato dalle invocazioni d’aiuto di un’anziana donna abitante nelle vicinanze del suo appartamento è accorso a prestarle aiuto, constatando che un uomo aveva scavalcato il balcone del piano rialzato e si era denudato esibendo le proprie parti intime alla malcapitata, chiedendole anche di consumare un rapporto sessuale.

Vistosi scoperto, l’uomo, B.S.C. ventinovenne francese con precedenti anche per reati contro il patrimonio, tentava di darsi alla fuga spintonando l’agente intervenuto in prima battuta.

Il poliziotto riusciva a bloccare il malintenzionato che veniva poi condotto in stato d’arresto presso i locali della Questura dagli agenti delle Volanti, a diposizione dell’Autorità Giudiziaria procedente per rispondere, nell’immediato, di violazione di domicilio e resistenza a Pubblico Ufficiale, nel giudizio per direttissima fissato per lunedì mattina.

Successivamente, quando la donna formalizzerà la querela, dovrà rispondere anche per gli atti sessuali compiuti ai danni della povera anziana.

Dalla ricostruzione dei fatti è emerso infatti che il medesimo cittadino francese era già autore di pesanti avances sessuali alla stessa donna, giungendo ad aggredirla fisicamente per consumare un rapporto sessuale, per ben tre volte, dallo scorso mese di giugno, ma sempre la donna era riuscita, chiedendo aiuto, a mettere in fuga l’assalitore che ora dovrà finalmente rispondere in Tribunale di questi suoi raptus.