Purtroppo a distanza di qualche mese, siamo costretti di nuovo a sollecitare l’Anas in merito alla riapertura del ponte del Garigliano, nonostante vari appelli ed articoli di giornale sia del nostro partito che dei lavoratori che quotidianamente percorrevano il ponte, i lavori di manutenzione volti alla riapertura del viadotto ancora non sono iniziati nonostante il Sindaco avesse annunciato che l’appalto era stato assegnato e che il tutto sarebbe iniziato nel mese di gennaio, invece, come spesso accade, ai proclami non sono seguiti i fatti– commentano i dirigenti Moccia, Smith e Messore di Fratelli d’Italia Minturno- e nonostante febbraio sia iniziato da qualche giorno i lavori non sono iniziati con grave pregiudizio per il traffico veicolare“.
Ci preme sottolineare– proseguono i dirigenti del partito di Giorgia Meloni- che parliamo di un’arteria molto importante che collega la nostra regione alla Campania, percorsa giornalmente da moltissimi cittadini e lavoratori, soprattutto in vista della stagione estiva il perdurare di questa situazione non potrà che causare ancora più rallentamenti nella circolazione considerando che le nostre zone sono mete turistiche privilegiate per gli abitanti dell’alta Campania“.
Per questo alla luce di quanto esposto-concludono Moccia Smith e Messore- chiediamo al Sindaco ed all’assessore alla viabilità di sollecitare ulteriormente l’Anas affinché i lavori inizino realmente e portino ad una rapida riapertura del ponte del Garigliano“.