“Il locale Blue Moon è in possesso di giusta Autorizzazione prot. n. 5495 del 15.06.2020, rilasciata dal comune di Ponza ai sensi dell’art. 68 e 80 T.U.L.P.S., per svolgere attività di intrattenimento musicale e danzante quale attività accessoria all’attività di somministrazione di alimenti e bevande, che nonostante autorizzati l’attività di intrattenimento danzante non è mai stata svolta, ma si è svolto soltanto l’intrattenimento musicale; inoltre si specifica che l’ordinanza sindacale n. 60 del 26.05.2020 che imponeva la chiusura dei locali pubblici alle 00:30 è stata abrogata dall’ordinanza sindacale n. 65 del 04.06.2020.Si sottolinea inoltre, che il locale Blue Moon è totalmente estraneo alla tragica morte di Gianmarco Pozzi ed il provvedimento di sequestro non menziona assolutamente il fatto.Si evidenzia infine come risulta fuorviante e diffamatorio, la parentela citata con il comandante della Polizia Locale Antonio Pesce, in quanto essere figli o parenti di un organo istituzionale non impedisce di poter lavorare onestamente e gestire un locale”. Così l’amministrazione della società Blue Moon srl.