contatore statistiche per siti
venerdì, 16 novembre 2018

Prendi posizione contro il razzismo, la discriminazione e l’omofobia scrivi una lettera al tuo sindaco!

 

 

Dopo l’ennesimo attacco ai danni di una persona di colore, verificatosi il 15 Agosto 2018 ad Aprilia, dove tre giovani hanno sparato con un fucile ad aria compressa ad un cittadino camerunense, è ora di pronunciare un fermo basta al razzismo e a tutte le discriminazioni!!!

Un clima di odio, razzismo, omofobia e violenza sta prendendo piede in tutto il territorio nazionale.

I discorsi pubblici, da quelli dei politici di governo a quelli di molti giornalisti e, purtroppo, anche di tante persone comuni sono intrisi di discriminazione e razzismo, a volte inconsapevole, a volte sfacciatamente voluto.

Esito di tali discorsi discriminatori è il moltiplicarsi di atti di prevaricazione nei confronti delle fasce deboli e delle minoranze. Dalla sparatoria di Macerata, all’uccisione di Soumayla Sacko, al piombino esploso a Roma contro una bambina di 13 mesi, per citare solo alcuni dei, purtroppo, numerosi fatti di cronaca degli ultimi mesi, fino ai 100 casi di abusi all’anno subiti da persone di ogni genere a causa del loro orientamento sessuale.

Il nostro territorio non è purtroppo immune a questa deriva discriminatoria:

a Caserta, l’11 giugno 2018
Daby e Sekou, due ragazzi del Mali ospiti di una struttura Sprar del Comune, vengono investiti da una raffica di colpi di pistola ad aria compressa. Daby viene ferito all’addome. In questura racconta che i tre aggressori inneggiavano a Matteo Salvini

a Latina, l’11 luglio 2018
Due nigeriani di 26 e 19 anni che aspettavano l’autobus a Latina Scalo vengono colpiti con una serie di colpi esplosi da una pistola ad aria compressa . “Sembra chiara la matrice discriminatoria”, commenta il sindaco Damiano Coletta

ad Aprilia, il 29 luglio 2018 Un uomo di nazionalità marocchina di circa 40 anni viene ucciso da due uomini. I due, convinti che l’uomo stesse per commettere un furto, si sono gettati all’inseguimento della sua auto e, dopo averlo buttato fuori strada, lo hanno picchiato, causandone la morte

a Formia il 4 agosto 2018 un ragazzo omosessuale è stato verbalmente aggredito per il suo orientamento sessuale mentre tentava di soccorrere una persona in difficoltà

ad Aprilia, il 15 agosto 2018 tre giovani, di cui due minorenni, feriscono un camerunense sparandogli con un fucile ad aria compressa.

Inoltre è di questi giorni la notizia di ronde sulle spiagge del nostro territorio promosse da organizzazioni di estrema destra contro ambulanti che sbarcano il lunario guadagnando poche decine di euro sotto il solleone. In un paese in cui la Guardia di Finanza sostiene che i grandi evasori abbiano sottratto al Fisco entrate per 2,3 miliardi di euro nell’ultimo anno e mezzo.

Noi di Potere al Popolo Sud Pontino crediamo che sia necessario porre un argine a questa deriva discriminatoria, reagendo subito, sia come cittadini che come istituzioni, per questo abbiamo inviato, una richiesta formale ai Sindaci dei Comuni della zona (Formia, Gaeta, Minturno, Itri, Fondi, Lenola, Sperlonga e Terracina) affinché limitino la concessione di sale comunali e suolo pubblico all’esplicita accettazione di una clausola antifascista, antirazzista e antisessista.

E’ importante che alla nostra voce si leghi quella di chiunque sia preoccupato per il clima d’odio e discriminazione che si respira oggi nel nostro paese, per questo chiediamo ai cittadini, sia come singoli che come rappresentanti di associazioni, ed ai consiglieri comunali di sostenere la nostra richiesta.

Abbiamo già inviato una lettera alle associazioni del territorio e agli eletti nei consigli comunali perché sollecitino i sindaci delle città di Formia, Gaeta, Minturno, Itri, Fondi, Lenola, Sperlonga e Terracina a prendere posizione.

Oggi volgiamo invitare tutti cittadini a farsi sentire inviando per email, direttamente al proprio sindaco, il breve testo che segue:

Egregio signor sindaco,
mi rivolgo a Lei in quanto garante delle istituzioni democratiche nel territorio di Sua competenza.

Sono preoccupato per il clima d’odio e discriminazione che spira nel paese, per questo le chiedo di vincolare l’uso di ogni spazio pubblico all’espressa accettazione di una clausola antifascista, che precluda ogni manifestazione di apologia del fascismo, istigazione all’odio, razzismo o omofobia, in piena coerenza con le norme contenute nella nostra costituzione, in particolare quelle che affermano l’uguaglianza di tutti i cittadini, a prescindere dall’appartenenza religiosa, dal genere o dall’etnia e che vietano l’apologia del fascismo.

In un periodo di incertezza ideologica, come quello che ci troviamo a vivere, certamente una presa di posizione sua e del consiglio di cui Lei è espressione costituirebbe un argine, non solo simbolico, alla deriva discriminatoria degli ultimi tempi e rimetterebbe al centro dell’agire politico e collettivo l’uguaglianza e la tutela dei diritti della persona.

Ringraziandola per l’attenzione concessami
Le porgo i miei più cordiali saluti”

Potere al popolo Sud pontino