contatore statistiche per siti
martedì, 21 agosto 2018

Prima sconfitta stagionale per il Gaeta contro il TC Giotto di Arezzo

 

 

Prima sconfitta stagionale per il CT Gaeta targato Coldwell Banker che cede per 4-2 agli aretini del TC Giotto guidati dal pro Luca Vanni, attualmente 195 del ranking ATP. Era una partita sulla carta quasi proibitiva per la squadra del Presidente Antonino Santella ma il risultato finale lascia un po’ di amaro in bocca per come è maturato durante la giornata. Nei primi due incontri erano i fratelli Paciello a scendere in campo, il più grande, Andrea, sfidava Riccardo Cecchi mentre il più piccolo, Luca, se la vedeva con Andrea Pecorella. Andrea Paciello andava veloce come al suo solito e in pochi minuti si aggiudicava il primo set con un netto 6/2 facendo valere la differenza tecnica. Nella seconda frazione la musica non cambiava, il tennista gaetano continuava a martellare da fondo campo e chiudeva il match 6/3. Sull’1-0 le attenzioni di tutti gli appassionati, ancora una volta numerosi, erano su Luca Paciello che entrava subito bene in campo e si aggiudicava il primo set con il punteggio di 6/3 sciorinando un ottimo tennis fatto di numerose discese a rete. Nel secondo set il tennista aretino Pecorella reagiva rimanendo più solido nei colpi da fondo campo e si aggiudicava la seconda frazione con il punteggio di 6/4. Al terzo set iniziava una vera battaglia fisica e di nervi tra i due che si concludeva al Tiebreak. Il tennista gaetano saliva 3-1, poi la reazione degli ospiti con quattro punti di fila fino di nuovo alla parità del 5-5. A quel punto la maggiore lucidità di Pecorella aveva la meglio portando a casa il match con il punteggio di 7-5.

Sull’1-1 si disputava il top match di giornata tra Luca Vanni e Aleksandar Lazov. In campo subito le migliori qualità dei due giocatori, da una parte per il tennista italiano un grande servizio e diritto mentre dall’altra le doti di gran combattente del bulgaro. Match molto equilibrato che si concludeva al Tiebreak per 10-8 in favore del tennista italiano. Nella seconda frazione Vanni provava subito a scappare sul 2-0 ma Lazov reagiva e rimaneva in partita. Un break nella fase cruciale della seconda frazione ancora in favore del tennista aretino faceva concludere il match con il punteggio di 6/3. Sul 2-1 per gli ospiti, scendevano in campo Lorenzo Rubino e Federico Raffaelli. Match complicato per il giovane del vivaio gaetano che comunque provava a lottare su ogni palla ma la differenza tecnica emergeva e la prima frazione si chiudeva sul 6/3 per il TC Giotto. Nel secondo set una reazione d’orgoglio spingeva Rubino fino al 5/3 ma non riusciva a chiudere il secondo parziale che era ancora ad appannaggio del tennista toscano che concludeva il match con il punteggio di 7/5. Chiusi i singolari con il punteggio di 3-1, si arrivava ai doppi con Grassi/Lazov che sfidavano Vanni/Cecchi mentre Paciello L.-Rubino affrontavano Raffaelli/Bulletti. Con una vittoria per parte si chiudeva la contesa con il TC Giotto che si aggiudicava il match con il punteggio per 4-2 e raggiungeva la vetta del girone in considerazione del pareggio tra Benevento e Filari. Il CT Gaeta, ad una giornata dal termine è terzo in classifica a pari merito con il Benevento. Nell’ultima giornata il Gaeta farà visita al Crema mentre il Benevento ospiterà il TC Giotto. Da decidere l’ultima piazza disponibile per i playoff e definire la griglia playout. TC Este già retrocesso in serie C.

Attilio Rubino, maestro e allenatore del team gaetano: “ci è mancato davvero poco per fare una grande impresa e fermare una delle squadre pretendenti al salto di categoria. I ragazzi anche oggi hanno dato tutto e ancora una volta abbiamo vissuto sui nostri campi una giornata di grande tennis. Ora non resta che prepararci al meglio per il match di Crema. Sarà importante per noi e per loro e quindi ci attendiamo un match complicato. Crediamo nell’opportunità dei playoff e per fare ciò dobbiamo portare a case l’intero bottino e successivamente vedremo i risultati dagli altri campi. Questa sconfitta ci fortifica perché abbiamo dimostrato sul campo di essere molto vicini a team allestisti per vincere”.