contatore statistiche per siti
lunedì, 16 ottobre 2017

“Rifiuti, girandola e rigirandola l’importante è che appaia chiara come il sole”: Il Sindaco Vento Salvatore controreplica al gruppo “Tutti per Spigno”

 

 

“Le frittate si rivoltavano nel piatto a cottura terminata secondo i libri di cucina – esordisce il Sindaco Salvatore Vento – ma con l’avvento delle padelle antiaderenti, si rigirano già in cottura per una preparazione migliore”. “La spiegazione che con esperto competente in materia si intendeva un broker, il capogruppo Marco Vento l’aveva già data in seduta di consiglio comunale lo scorso 30 marzo, quando affermava che il suggerimento era di affidarsi a un broker dei servizi cui fornire tutti i dati per valutare, attraverso l’ausilio di una società esperta del servizio, in modo da redigere un bando più appropriato rispetto all’attuale. Rimanendo in campo culinario dunque, “se non è zuppa, è pane bagnato”, perché questo è stato fatto. “L’incarico affidato al professionista, infatti, prevede l’analisi preliminare e la valutazione tecnica/finanziaria utile alla predisposizione del nuovo capitolato d’appalto, la predisposizione del regolamento comunale sulla gestione del servizio di raccolta differenziata, l’attività informativa verso i cittadini e quella di monitoraggio e valutazione delle prestazioni dell’impresa nella prima fase del nuovo servizio. Anche perché la figura del broker, – continua il sindaco – in altre parole di un intermediario, è una figura giuridica inquadrata come ausiliare commerciale, che con la pianificazione di un servizio c’entra poco”. ”Voglio tranquillizzare inoltre la minoranza sull’aspetto economico di questo supporto. In ogni caso il servizio dovrà essere affidato nel pieno rispetto delle norme che regolano gli appalti e i contratti pubblici, quindi il compenso per il professionista che sta supportando l’ufficio tecnico sarà garantito dal nuovo affidamento a carico dell’impresa aggiudicataria”. “In ultimo – conclude il primo cittadino – ringrazio la minoranza per avermi fatto notare che il servizio in affidamento è per quattro anni. Ho per questo richiamato l’ufficio tecnico, al fine di determinare la dovuta correzione come da indicazioni del consiglio comunale, trovandoci chiaramente di fronte ad un errore risolvibile prima della pubblicazione del bando pubblico”.