Si è svolto giovedì 9 marzo scorso il seminario sulla sicurezza sul lavoro presso l’Istituto Comprensivo “Marco Emilio Scauro”.
L’incontro con i ragazzi delle classi prime, seconde e terze della scuola secondaria di primo grado “Fedele” si è tenuto nell’ aula magna, alla presenza del Dirigente Scolastico Dott.ssa Graziano e dei relatori, appartenenti all’ ANMIL , “Associazione Nazionale invalidi e mutilati sul lavoro”, nelle persone del Presidente Regionale Domenico Loffreda, dell’impiegato della sede di Latina Claudio Casale e del Consigliere Nazionale docente di scuola primaria, Debora Spagnuolo.

L’ANMIL si occupa ormai da settant’anni della tutela delle vittime degli incidenti sul lavoro e delle famiglie coinvolte, attivando su tutto il territorio italiano progetti, seminari, convegni che possano contribuire ad evitare incidenti e perdite sul lavoro, attraverso un’azione di sensibilizzazione rivolta anche ai più giovani.

Si è discusso a lungo su cosa sia un incidente sul lavoro, su cosa significhi riorganizzare una vita dopo un evento traumatico e soprattutto si è riflettuto sul concetto dell’infortunio visto spesso come derivante dalla sfortuna, ma in realtà determinato da fattori che l’uomo può controllare, attraverso la prevenzione attenta e curata e la messa in campo di tutte le azione legate alla sicurezza. A seguito delle testimonianze dei relatori, i ragazzi hanno capito che la mancanza di sicurezza può causare incidenti con danni seri per chi ne rimane coinvolto.

Gli alunni hanno ascoltato con molto interesse le storie degli intervenuti, ognuna delle quali li ha colpiti in modo diverso, sono stati guidati a guardare oltre l’evento traumatico, per cogliere anche la determinazione, la forza di volontà nel superarlo e soprattutto per riflettere sull’ importanza della diffusione della cultura della sicurezza, per imparare a riconoscere situazioni pericolose e prevenirle.

Il messaggio che si è voluto lasciare è che “abituarsi a comportamenti sicuri” in ogni situazione della vita, consente di salvaguardare la propria vita.

Per contribuire alla diffusione della cultura della sicurezza, l’ANMIL promuove in collaborazione con il giornalino OKAY di Bergamo, la partecipazione al concorso “Primi in Sicurezza”. L’Istituto ha scelto quest’anno di far partecipare i ragazzi , con le sezioni musicali, per la categoria rap. I ragazzi tutti avranno l’opportunità di suggerire pensieri, parole, che verranno messi in musica; il testo sarà poi eseguito dall’orchestra dell’Istituto, come sempre guidata dal Prof. Vittorio Fiorillo che curerà l’ideazione della base musicale.

L’ ANMIL ringrazia il Dirigente Scolastico Dott.ssa Graziano per la grande sensibilità dimostrata verso questo importante quanto delicato tema.