contatore statistiche per siti
martedì, 22 gennaio 2019

“Sculture e Fornelli”: dal ghiaccio al food, presentati i tre grandi eventi che chiuderanno la terza edizione di “Favole di Luce”

 

 

C’è molta attesa per l’evento “Sculture e Fornelli” dal ghiaccio a food, che dal 12 al 20 gennaio, si svolgerà in piazza della Libertà tutti i giorni dalle ore 16 in poi, andando a chiudere “Favole di Luce”, la terza e riuscitissima edizione delle luminarie di Gaeta. “Sculture e Fornelli”, ideato ed organizzato dal Comune di Gaeta, si compone di tre grandi eventi: il “Campionato Italiano Sculture di Ghiaccio”, “Gli Occhi del Gusto” ed il “World Ice Art Championship”. Un progetto ambizioso che ha subito ottenuto il sostegno e l’adesione di importanti Partner Istituzionali: la Regione Lazio, il Consiglio Regionale del Lazio, la Confcommercio-Lazio Sud Gaeta, il Consorzio M.A.M. – Memoriartemare, l’Istituto Scolastico IPSEOA “Angelo Celletti” di Formia e l’Associazione Italiana Scultori del Ghiaccio. La rassegna spettacolare, artistica ed enogastronomica, che promette grandi emozioni, è stata presentata ufficialmente nel corso di una conferenza che si è svolta oggi, giovedì 10 gennaio, alla presenza del Sindaco Cosmo Mitrano, dell’Assessore al Turismo Angelo Magliozzi, del Dirigente Scolastico Istituto Alberghiero “A. Celletti” di Formia Monica Piantadosi, del Presidente dell’Ascom di Gaeta Lucia Vagnati che ha portato i saluti del Presidente di Confcommercio Lazio Giovanni Acampora, del Presidente del Consorzio M.A.M. David Vecchiarello e del Presidente dell’Associazione Italiana Scultori di Ghiaccio Amelio Mazzella.

“Realizzare un campionato nazionale ed uno mondiale di sculture di ghiaccio in riva al mare nel mese di gennaio era una scommessa alquanto ambiziosa ma che, alla luce del grande successo della precedente edizione, possiamo sicuramente dire di aver vinto – questo il commento del Sindaco Cosmo Mitrano che aggiunge – quest’anno quindi intendiamo bissare il successo consapevoli di poter contare su un programma ancora più bello e coinvolgente. Sculture e Fornelli infatti si arricchisce di un evento, Gli Occhi del Gusto che vede la partecipazione degli studenti degli istituti alberghieri italiani che si sfideranno a colpi ricette e pietanze, tra buffet artistici e show cooking in esposizione nel villaggio in piazza della Libertà. Si preannuncia quindi un appuntamento da non perdere bello da vedere e soprattutto buono da gustare dove i veri protagonisti sono i talentuosi e giovani aspiranti chef provenienti dagli alberghieri di tutta Italia. Sculture e Fornelli – conclude Mitrano – è quindi resa possibile grazie ad un grande lavoro di squadra che si basa sulla una proficua sinergia tra gli Enti e le Associazioni coinvolte in questi eventi artistici, enogastronomici e spettacolari. A tutti i Partner che hanno creduto nel nostro progetto di destagionalizzazione turistica e marketing territoriale intendo pertanto rivolgere un sentito ringraziamento”.

Un progetto che hanno sostenuto con convinzione la Confcommercio LazioSud Gaeta, il Consorzio M.A.M., l’IPSEOA “Angelo Celletti” di Formia, l’Associazione Italiana Scultori di Ghiaccio così come è emerso nel corso degli interventi di Lucia Vagnati, David Vecchiarello, Monica Piantadosi ed Amelio Mazzella. Tutti concordi nel sottolineare la lungimiranza di “Favole di Luce” che rappresenta un fattore di crescita economico-sociale della città che rilancia l’immagine turistica di Gaeta, anche attraverso “Sculture e Fornelli”, in un contesto internazionale con ricadute positive per l’intero Golfo.

Si parte quindi sabato 12 con il “Campionato Italiano Sculture di Ghiaccio”. Otto gli artisti italiani in gara pronti ad emozionare il pubblico con le loro creazioni: Fabio Momolo, Gianluca Scalabrin, Roberto Coccoloni, Domenico Mazzella, Marco Torrisi, Silvano Lain, Ivan Chiodini, Giuseppe Moliterni. A partire dalle ore 16, in piazza della Libertà dove è allestito il villaggio del ghiaccio e del food, verranno realizzate le sculture che resteranno in esposizione fino al giorno dopo, domenica 13 quando nel pomeriggio, dalle 16 in poi, si svolgerà la cerimonia di premiazione degli artisti che vedrà Roberto D’Angelis di AiG-Gaeta vestire i panni del conduttore. Concluso il weekend del 12 e 13, si prosegue da lunedì 14 a giovedì 17 gennaio con “Gli Occhi del Gusto”: la prima edizione della rassegna nazionale organizzata dall’Istituto Alberghiero “Angelo Celletti” di Formia. Un concorso rivolto agli Istituti Alberghieri ad indirizzo “enogastronomia”. “Gli occhi del gusto” introdurrà l’atteso gran finale in programma venerdì 18, sabato 19 e domenica 20 gennaio con il “World Ice Art Championship”! La seconda edizione del campionato mondiale sculture di ghiaccio “Città di Gaeta” anche quest’anno coincide con la conclusione di “Favole di Luce” che con gli spettacoli in programma anche nel mese di gennaio è la scenografia luminosa di un evento internazionale che vede la presenza a Gaeta di artisti provenienti da ogni parte del mondo: Canada, Giappone, USA, Belgio, Malesia, Repubblica Ceca, Russia, Svezia, Norvegia, Italia. Ed anche questo evento sarà moderato da Roberto D’Angelis AiG-Gaeta che domenica 20 presenterà il vincitore del “World Ice Art Championship”. La passione per le sculture di ghiaccio in questi anni si infatti è diffusa in tutto il mondo tanto che vengono organizzati numerosi festival per celebrare questa forma d’arte alternativa, come: il “Festival di Harbin” in Cina o il “Festival della neve di “Sapporo” in Giappone. Gaeta quindi si inserisce in questo contesto mondiale con il 2° concorso internazionale di sculture di ghiaccio quale evento spettacolare di notevole successo nell’ambito delle politiche di destagionalizzazione turistica e marketing territoriale.

A concludere gli interventi della seguitissima conferenza stampa, l’Assessore al Turismo Angelo Magliozzi il quale ha ribadito che “l’obiettivo dell’evento è soprattutto quello di richiamare migliaia di turisti in città per promuovere e valorizzare Gaeta in un contesto territoriale più ampio ma non solo. Tra le finalità anche quella di stimolare le imprese del territorio ad investire sull’attrattività turistica e considerando la ricaduta territoriale dell’evento. Sculture e Fornelli – conclude Magliozzi – rappresenta inoltre un’importante occasione per far avvicinare soprattutto i più giovani a questa nuova forma artistica. La rilevanza culturale dell’evento infine si evidenzia dall’attività artigianale dei manufatti realizzati da professionisti del settore apprezzati e stimati in tutto il mondo”.