contatore statistiche per siti
sabato, 24 agosto 2019

Sequestro della Guardia Costiera di Formia: 150 metri di rete da posta abusivamente utilizzati da pescatori sportivi

 

 

Continua l’attività di monitoraggio e di controllo nell’ambito portuale da parte dei militari dell’Ufficio Locale Marittimo di Formia.

A seguito di diverse segnalazioni relative all’utilizzo abusivo di reti da posta da parte di alcuni pescatori sportivi nell’ambito portuale di Formia, questa mattina, durante le consuete attività di controllo in ambito portuale, gli uomini della Guardia Costiera sono riusciti ad individuare una cesta di reti da posta, in prossimità di alcuni natanti da diporto ormeggiati nella Darsena Torre di Mola.

Le reti in questione, appartenenti a persone ancora ignote, sono state immediatamente poste sotto sequestro in quanto le stesse costituiscono, secondo la normativa vigente, attrezzature da pesca non previste per l’esercizio della pesca sportiva.

Tale tipologia di violazione, già riscontrata in diverse occasioni, è tenuta sotto attenta osservazione dalla Guardia Costiera locale e nei prossimi giorni continuerà l’attività di verifica per prevenire l’ulteriore commissione di simili violazioni.

Sono in corso, da parte degli uomini della Guardia Costiera, ulteriori accertamenti finalizzati all’identificazione degli autori della violazione, che prevede, oltre il sequestro dell’attrezzatura già operato, una sanzione amministrativa di 1.000 Euro.

Raccomandando l’importanza delle segnalazioni relative a tali fenomeni anche da parte di cittadini ed operatori portuali si ricorda che è attivo su tutto il territorio nazionale il numero per le emergenze in mare “1530” oppure è possibile consultare il sito istituzionale della Guardia Costiera www.guardiacostiera.it dal quale è possibile attraverso i numeri telefonici contattare i Comandi territoriali del Corpo.