contatore statistiche per siti
sabato, 24 giugno 2017

Tre conferme e quattro new-entry, presentata la nuova giunta comunale di Formia

 

 

Questa mattina il Sindaco Sandro Bartolomeo ha ufficializzato i componenti della nuova Giunta. Tre le conferme rispetto al precedente esecutivo: Maurizio Tallerini, Assessore all’Urbanistica e nuovo Vicesindaco; Claudio Marciano, titolare della delega a Sostenibilità Urbana, Polizia locale, Politiche giovanili e Smart City e Vincenzo Treglia, responsabile per Bilancio e Personale. Il resto della giunta è composta da new-entry, due donne e due uomini, tutti di comprovata esperienza tecnica nei settori loro assegnati. Alla pedagogista Stefania Valerio il Sindaco ha attribuito la delega alle Politiche Sociali. Cultura e Politiche scolastiche sono state invece conferite alla docente universitaria Antonella Prenner mentre all’ingegner Marco Fioravante è andata la delega ad Opere pubbliche e Manutenzione. Riaccortati i settori Attività produttive e Turismo di cui si occuperà il prof. Erasmo Colaruotolo. 

Stamani il Sindaco ha firmato i decreti di delega e, subito prima della conferenza stampa tenuta alle 13 nella sala Sicurezza del Comune, la nuova giunta si è riunita approvando il rendiconto di gestione. Stesso oggi il consuntivo sarà trasmesso alla Presidenza del Consiglio comunale per l’avvio dell’iter che, entro fine maggio, porterà all’approvazione dell’assise. 

Nata nel 1967 a Roma, pedagogista, Stefania Valerio è la nuova Assessora alle Politiche Sociali del Comune di Formia. Presidente dell’associazione “L’Approdo”, è stata docente di formazione presso numerosi Istituti scolastici del Lazio e della Campania. Ha maturato esperienze nel settore del volontariato e delle attività di promozione sociale occupandosi di prevenzione e contrasto a fenomeni distorsivi del mondo giovanile come alcol, droga e bullismo, oltre che in attività di promozione dell’integrazione contro ogni forma di discriminazione. 

Quarantatre anni, docente di Letteratura latina presso l’Università “Federico II”, Antonella Prenner è invece la nuova titolare della delega a Cultura e Politiche scolastiche. Membro di commissione del “Certamen Vitruvianum” di Arpino, è stata insignita di importanti riconoscimenti e premi per i risultati conseguiti nel campo della ricerca, come il “Premio Giovani Ricercatori”, conferito dal MIUR, o il “Premio Ippocrate per la Ricerca Scientifica”, sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica. Ha pubblicato numerosi volumi monografici e articoli su riviste italiane e straniere. Tiene conferenze e lezioni in Italia e all’estero per la diffusione della cultura classica. 

Sessantuno anni, ingegnere, Marco Fioravante è il nuovo Assessore ad Opere Pubbliche e Manutenzione. Figura di alto profilo che garantisce esperienza tecnica e conoscenza della macchina amministrativa. Dal 2006 al 2008 è stato Dirigente all’Urbanistica del Comune di Formia. Vanta una pluridecennale esperienza professionale in molteplici settori: dall’edilizia (pubblica, privata, sanitaria ed industriale) alle opere pubbliche, dalle infrastrutture all’urbanistica e gestione del territorio. E’ esperto di progettazione e direzione, vanta esperienze di collaborazione e consulenza con Enti pubblici dell’intero territorio regionale. 

Sessantotto anni, storico Dirigente dell’Istituto Alberghiero di Formia ed ex bandiera del Formia calcio, Erasmo Colaruotolo è il nuovo Assessore ad Attività Produttive e Turismo. Presidente uscente della Pro Loco di Formia, è da sempre impegnato nella promozione e valorizzazione del patrimonio storico, artistico e culturale del territorio. Sotto la sua direzione, l’IPSSAR “Celletti” di Formia si è trasformato in un punto di riferimento per la formazione di generazioni di giovani nel campo dell’enogastronomia, del turismo e dell’accoglienza alberghiera, eccellenza riconosciuta anche oltre i confini di questo territorio.  

“Innanzitutto – ha spiegato il Sindaco Sandro Bartolomeo in apertura di conferenza stampa – mi preme ringraziare gli assessori uscenti Giovanni Costa, Giovanni D’Angiò ed Eleonora Zangrillo. Con loro ho avuto un rapporto proficuo di lavoro. La mancata conferma in esecutivo risponde anche all’esigenza di riequilibrare la rappresentanza di genere, così come impone la normativa. Si tratta di una giunta prevalentemente tecnica, meno caratterizzata sotto il profilo politico ma con grande esperienza nei vari settori. E’ un segnale della nostra intenzione di chiamare in gioco nuove forze, nuove energie ed intelligenze, al servizio della città e degli importanti traguardi che intendiamo raggiungere in quest’ultimo anno di amministrazione”.