Nella mattinata odierna gli Agenti della Questura di Roma reparto artificieri unitamente ai colleghi del Commissariato di Terracina hanno provveduto al disinnesco di una mina anti-uomo, residuato bellico, rinvenuta per cause accidentali all’interno di una villa ubicata in pieno centro cittadino.
Nella decorsa serata una donna si era presentata in Commissariato segnalando che nelle operazioni di ristrutturazione e pulizia di una cantina all’interno di un immobile da tempo in disuso aveva notato uno strano oggetto somigliante ad un ordigno.
Gli accertamenti che nell’immediatezza venivano avviati, proseguivano sino alle prime ore della mattinata odierna confermando che l’oggetto rinvenuto era un ordigno bellico arrugginito ma integro e dotato di tutti le sue componenti.

Gli Agenti dopo avere posto in sicurezza tutta l’area circostante, evacuando le persone ivi residenti, consentivano le operazioni di disinnesco effettuate in loco dal reparto specializzato degli Artificieri della Polizia di Stato. Nella circostanza venivano inoltre controllati minuziosamente tutti i locali della Villa e le sue pertinenze accertando l’assenza di ulteriori oggetti esplosivi.
Le indagini finalizzate ad individuare l’autore della pericolosa detenzione sono in corso di svolgimento essendo probabile che precedenti proprietari e utilizzatori dell’immobile avessero rinvenuto in un altro luogo la bomba per poi custodirla pericolosamente come ‘souvenir’ all’interno di un intercapedine della cantina.