contatore statistiche per siti
giovedì, 18 ottobre 2018

Tutti LIB(e)RI, “Il freddo sul Lago Erie”

 

 

Capita di esser costretti a passare del tempo in casa, bloccati dalla pioggia o da un’inspiegabile mancanza di reattività al dinamico tourbillon natalizio…e capita di imbattersi –casualmente- in un piccolo romanzo, acquistato tramite internet, che sulle prime incuriosisce per il titolo, e poi avvince per la trama da brivido, degna dei migliori thriller d’azione….

20131230-181405.jpgIl libro è “Il freddo sul Lago Erie”, -“scovato” su www.bibliotheka.it al costo promozionale di Euro 1,99-, di un giovane autore, Roberto Berenzin, e ruota intorno alla figura di Brian Slother, un uomo tormentato dalla perdita di una persona a lui molto vicina, cui viene assegnata –all’interno della sezione dell’FBI presso cui opera- un’indagine complicata, riguardante la scomparsa di un certo numero di persone su tutto il territorio degli USA.
Nonostante l’esperienza acquisita nel campo dell’analisi e del profiling psicologico di serial Killer ed altri soggetti criminali, nella fase iniziale non si riesce ad individuare il minimo indizio che possa far intravedere una soluzione del caso.
La trama si complica quando Brian ritroverà inaspettatamente un vecchio compagno di liceo, in forze nell’Esercito, con cui potrà collaborare e, a seguito del misterioso ritrovamento di un oggetto sulla scena di una delle sparizioni, è proprio l’Esercito che inizia ad apparire al centro di un’oscura e complessa macchinazione.
Nel tentativo di volersi “ri-solvere”, Brian affronterà insieme al suo amico tutte le sue angosce, in una disperata ricerca della verità, che si snoda attraverso intrighi, svolte ad effetto, azioni serrate, e che diviene per lui molto piu’ che la “soluzione”di un’ indagine: significa, letteralmente, vita o morte. Sullo sfondo, la vastità del lago gelido, che occulta e disvela, e che provoca nel lettore brividi d’inquietudine.
A cura di G. Sciarra