Il Dirigente Scolastico dell’Istituto Comprensivo “Dante Alighieri” di Formia,  il prof. Vito Costanzo,  ha così definito, il saggio del 20 dicembre dei suoi ragazzi della sezione musicale (II D e III D), rientrati in giornata dal gemellaggio ad Orbetello.

Davvero un dono speciale che questi alunni, superando l’emozione del palco e la stanchezza del viaggio, hanno voluto rivolgere alle famiglie, ai loro insegnanti e ai tanti amici venuti ad assistere presso la sala “IQBAL”, in via Vitruvio a Formia.

Diretti magistralmente dai loro docenti di strumento (TuccinardiLeone Keith -pianoforte, Luigi Pigniatiello -chitarra, Fabiana Giangregorio –percussioni, Margaret Lumetta -violino) tutti i ragazzi hanno saputo riempire e riscaldare i cuori dei presenti.

Si sono così avvicendati brani che hanno saputo coniugare la tradizione (Adeste Fideles) con i tempi moderni (“All I wantfor Christmas“di Mariah Carey) e assoli di chitarra o pianoforte(“La marcia degli gnomi”).  La performance ha raggiunto davvero punte di buon livello nell’esecuzione ben orchestrata dei brani: “A ciascuno il suo diretto dal prof. Tuccinardi e Libertango diretto dalla prof.ssa Giangregorio; è proprio il caso di dire che  l’orchestra dei piccoli musicisti della scuola formiana,all’unisono, ha dato davvero il massimo, proprio come dei veri professionisti.

La serata si è conclusa  con il brano  Every Breath You Take, canzone scritta da Sting e suonata, all’epoca,  insieme con i Police. Quest’ultima esecuzione anche canora, grazie alle voci di Teresa Souto (III D) e Paolo Liguori (II D) è stata diretta dal prof. Luigi Pigniatiello e la platea ha alla fine risposto con lunghi applausi, chiedendo a gran voce il bis e alzandosi in piedi, dopo l’ultimo rullo di batteria.

Il Dirigente Scolastico, prof. Vito Costanzo, entusiasta per il lavoro sinergico di tutti (famiglie, allievi, docenti), , dopo aver ringraziato i partecipanti e aver rivolto gli auguri per le prossime festività,  ha voluto ricordare e omaggiare con l’ultimo applauso di tutta la sala, in piedi e commossa,  la memoria di una persona davvero speciale e che ha lasciato un grande vuoto in coloro che hanno avuto la fortuna di incontrarlo e conoscerlo: il maestro Alfredo Gentile.

E allora non resta che augurarci che questo dono musicale  possa arrivare ovunque…

 

di Silvana Severino