contatore statistiche per siti
lunedì, 25 giugno 2018

Una partita di calcetto per il Centro Laila

 

 

Il 23 novembre prossimo, a partire dalle ore 15, il campetto “Gino Palmaccio”, in località Scacciagalline a Formia (via Pientime), sarà la cornice per una particolare e significativa partita di calcetto. In campo, infatti, scenderanno le squadre miste formate da bambini della Scuola Calcio “Mondocalcio Formia” e i loro coetanei del Centro Laila Onlus di Castel Volturno (CE). Un pomeriggio di socializzazione, amicizia e allegria tra bambini, ma anche uno scambio di esperienze e un’occasione
di visibilità per il Centro gestito da un’Associazione di volontariato che opera dal 1984 e che aiuta i bambini italiani e stranieri con gravi disagi socio-familiari. Un Centro che ha come unica finalità quella di “dare ai bambini l’affetto di una famiglia” ma che ha bisogno dell’aiuto di tutti per poter accogliere e assistere, ogni giorno, i bambini. Bambini che vengono prelevati e riaccompagnati
a casa con i pulmini, che, presso il Centro effettuano colazione, pranzo e merenda, che vengono assistiti per il recupero scolastico e che, infine, svolgono attività sportive e ludico-ricreative. Si tratta di minori, figli di immigrati che lavorano tutto il giorno e che quindi resterebbero da soli in case di campagna, senza possibilità di mangiare o di essere assistiti. Il Centro Laila , che ne ha già assistiti oltre mille, ha insomma bisogno di aiuti alimentari e di prodotti di prima necessità.
La partita di calcetto, sarà un’occasione per sostenere questa attività meritoria, assistendo al gioco dei bambini ma anche raccogliendo prodotti di prima necessità e di utilizzo giornaliero. Chi vuole, pertanto, può portare latte a lunga conservazione, biscotti, marmellate, zucchero, pomodori (pelati e freschi), legumi in scatola, olio, sale, tonno, carne in scatola, uova, formaggi, formaggini, wurstel, pesce e carne fresca congelata. C’è altresì urgenza di prodotti per l’igiene personale e della casa: detersivi, scope, stracci, stoviglie di plastica, fazzoletti, tovaglioli, bagnoschiuma,dentifricio, shampoo, salviette imbevute, pannolini (da 0 a 20 kg), guanti monouso, creme idratanti per il corpo. Ma anche prodotti per la prima infanzia: omogeneizzati, frutta liofilizzata; e poi, medicinali per il primo soccorso, antipiretici, creme dermatologiche (dermatiti in genere) e antibiotici a largo spettro.
La Parrocchia di S.Erasmo di Formia, da anni vicina al Centro, provvederà a raccogliere questi prodotti non solo il 23 novembre, ma per i mesi a venire. Il gruppo di volontari di Formia risponde all’appello del Centro Laila, il cui rappresentante legale, Angelo Luciano, tiene a chiarire che non si accetta del denaro ma solo un aiuto in prodotti da utilizzare per le attività principali: accoglienza dei piccoli, vitto, alloggio e sanità. “Confidiamo nel cuore di tutti” così da poter salutare i piccoli ospiti e i loro accompagnatori affidandogli un buon numero di prodotti da portare a Castel Volturno.
Intanto l’invito è a partecipare per constatare di persona la simpatia di questi piccoli che chiedono solo di essere trattati e amati per quello che sono: bambini! Bisognosi di affetto e di cure per poter mangiare, giocare, ridere e divertirsi con i coetanei.