contatore statistiche per siti
mercoledì, 19 settembre 2018

XXVII Convegno Nazionale Tradizionalista della Fedelissima Città di Gaeta 10 e 11 febbraio 2018

 

Sabato 10 e domenica 11 febbraio giunge alla ventisettesima edizione il “Convegno Nazionale Tradizionalista della Fedelissima Città di Gaeta”

 

Un appuntamento di natura istituzionale volto al recupero delle radici storiche meridionali, nato per desiderio del nostro amato Ordine Costantiniano (che allora me ne affidò l’organizzazione), e inaugurato a Gaeta nel 1991 nella ricorrenza del centotrentesimo anniversario della fine dell’assedio del 1860-61, che contrassegnò il tramonto del Regno delle Due Sicilie e l’inizio dell’Italia unita.

Negli anni al Convegno hanno partecipato, in più occasioni, le Loro Altezze Reali il Principe Carlo e la Principessa Camilla delle Due Sicilie Duchi di Castro, S.A.R. la Principessa Urraca di Borbone delle Due Sicilie, Gran Cancellieri e Delegati regionali dell’Ordine Costantiniano.

Nel corso di questi ventisette anni, attraverso la collaborazione di valenti studiosi del settore è stato possibile dare impulso ad importanti ricerche negli archivi pubblici e privati, a ristampe di testi introvabili, alla pubblicazione di numerose nuove opere che da tempo riempiono le vetrine delle librerie.

Il weekend di febbraio di Gaeta è, così, diventato l’appuntamento annuale di un nutrito pubblico di storici, imprenditori, giornalisti, studenti, desiderosi di scoprire la straordinaria ricchezza della propria storia.

COMUNICATO STAMPA

COMUNICATO STAMPA

Il Convegno di quest’anno, come sempre realizzato in collaborazione con il Comune di Gaeta, l’Associazione Nazionale Ex Allievi della Nunziatella, l’Associazione Nazionale dei Cavalieri Costantiniani, Imprese Oggi, associazione imprenditoriale che raggruppa oltre 300 imprese locali, Pro Loco, ed altri Enti, avrà come tema

PIO IX LULTIMO PAPA RE

nel 170° anniversario del trasferimento a Gaeta (durato oltre nove mesi) del Beato Papa Pio IX unitamente all’intero Collegio Cardinalizio e a tutti gli Ambasciatori accreditati presso lo Stato Pontificio, a seguito dell’istaurazione della Repubblica Romana del 1848.

Il programma prevede, nella mattina del sabato 10 febbraio, una proiezione del documentario “l’Assedio di Gaeta 1860-1861 dalla cronaca di Charles Garnier” di Di Mille, Rata e Valente, presso il Cinema Ariston e nel pomeriggio lo svolgimento del Convegno di studi presso l’Hotel Serapo di Gaeta; cui seguirà pranzo con menù d’epoca borbonica nei ristoranti di Gaeta medievale.

Ad impreziosire il convegno sarà l’omaggio ai presenti del pamphlet “Sulla difesa del Regno di Napoli” a cura di Giuseppe Catenacci, presidente onorario dell’Ass. Naz. Ex Allivi Nunziatella, e Francesco Maurizio Di Giovine e realizzato dall’Associazione Naz. Ex Allievi Nunziatella – sezione Lazio.

Di prim’ordine i quattro relatori:

dr. Francesco Mario dr. Francesco Mario Agnoli pres, aggiunto on. Corte di Cassazione

il funerale di Pio IX

prof. Silvano Franco docente Storia Contemporanea Univ. degli Studi di Cassino e del Basso Lazio

1848-1850. Gaeta capitale del Cattolicesimo

prof. Adolfo Morganti presidente Identità Europea

Pio IX: alle radici dell’insorgenza

prof. Carmine Pinto docente Storia Contemporanea Università degli Studi di Salerno;

La resistenza borbonico-cattolica all’unificazione (1861-1903). Problemi e Idee;

moderatrice sarà, come di consueto, la prof. Marina Campanile presidente Fondaz. “L. Vanvitelli

Nella mattina della Domenica 11 sarà celebrata alle ore 10 nella Basilica Cattedrale di Gaeta la Santa Messa Solenne in suffragio del Beato Pio IX, dei Sovrani Borbone e dei Caduti del 1860-61, animata dal Coro della Cattedrale. Successivamente ci si recherà al Santuario della SS. Trinità alla Montagna Spaccata, ove, sull’alto delle falesie della Montagna Spaccata avrà luogo la tradizionale e suggestiva cerimonia del ricordo dello scoppio della batteria Transilvania, avvenuto mentre si stava firmando la resa della “Piazza”, e del lancio a mare della corona di fiori per i Caduti, offerta, come ogni anno, dalla Associazione Naz. Ex Allievi della Nunziatella.