Il sindaco Cosmo Mitrano racconta Gaeta oggi, ai tempi del Coronavirus, e immagina come sarà nell’estate che sta arrivando: “Gaeta ripartirà, Gaeta è già pronta per ripartire…”. 

Nell’intervista rilasciata a Radio Show Italia 103e5, il primo cittadino gaetano immagina così Gaeta nell’estate 2020: “Occorre individuare, all’interno degli operatori balneari, una figura nuova, quasi una sentinella, un controllore che sensibilizzi i clienti a mantenere le distanze sociali sugli arenili. E gli ombrelloni, da stecca a stecca, dovranno distanziare di almeno 5 metri, questo consentirà di avere un distanziamento di un metro. Anche il servizio bar è risolvibile evitando i chioschi e facendo un servizio bar sulla spiaggia. Nelle spiagge libere, invece, bisogna garantire il contingentamento degli ingressi che va fatto in base ai metri quadri delle spiagge”.

“Qualcuno mi ha chiesto: “E a mare?” A mare c’è il bagnino. Il bagnino che si occupa della sicurezza balneare si occuperà anche di garantire il distanziamento sociale. Un momento di emergenza richiede provvedimenti di emergenza”. 

“Queste sono le misure che propongo -conclude il sindaco Mitrano. Già siamo in contatto con gli operatori balneari che, in linea di massima, concordano con questo ‘sacrificio’, necessario per salvare la stagione balneare”.

 

 

 

 

 

Gaeta, ‘luminarie’ ai tempi del Coronavirus: Mitrano a RSI103e5