“Domani ricorre la festa dei Santi Patroni Erasmo e Marciano ai quali, simbolicamente e spiritualmente, affiderò la protezione la nostra Comunità e tutti coloro che frequenteranno Gaeta nelle prossime settimane”, così il primo cittadino della città pontina, Cosmo Mitrano.

“Sarà un momento di preghiera e riflessione -continua- rivolgendo il nostro pensiero soprattutto alle vittime del Coronavirus, alla difficoltà economica del momento e alla volontà di ripresa della vita sociale con un rinnovato slancio relazionale”.

“Se vogliamo circoscrivere un virus che ancora serpeggia tra di noi incutendo preoccupazioni e timori, dobbiamo ricorrere al buonsenso, rispettando quelle buone pratiche come il distanziamento sociale che ad oggi si sono dimostrate efficaci”.

“La ricorrenza patronale che sia quindi per tutti noi un momento di “rinascita” per trovare gli stimoli per una giusta ripartenza. Una festa che mi fa venire alla mente quei sentimenti, ricordi e tradizioni che accompagnano la vita di ogni gaetano e che ci incitano a rispettare ed onorare le nostre origini”.

“Quest’anno, più che mai, voglio pensare al giorno dei Santi Erasmo e Marciano come al giorno della speranza in cui tutta la Comunità è animata dalla convinzione che è possibile ripartire insieme attraversando i cambiamenti che il Covid-19 ha imposto alla società contemporanea ma con la voglia e la forza di superare gli ostacoli posti sul nostro cammino”.