Ieri a Gaeta, al termine di articolata attività investigativa,  venivano deferite, in stato di libertà, 15 persone residenti tra Formia e Gaeta, poiché ritenute responsabili della commissione dei reati, a vario titolo, di radunata sediziosa in concorso, disturbo delle occupazioni o del riposo delle persone in concorso, molestia e disturbo alle persone in concorso, violazione alle disposizioni relative alle riunioni pubbliche ed assembramenti in luoghi pubblici

I predetti, titolari o dipendenti di esercizi pubblici del luogo, nella notte il 09 ed il 10.08.2020, si erano resi promotori, di una “manifestazione di protesta, non autorizzata”, cui hanno preso parte circa 100 persone, contro  i provvedimenti di chiusura emessi nei loro confronti da Autorità Amministrative e di Polizia di Gaeta a seguito della violazione delle normative “Anti Covid-19”.