GAETA-AUSONIA 1-3

GAETA: Viscusi, Siniscalchi (15’st Carnevale), Siciliano, Vitale, Mastroianni, Celli (27’st Marinello), Simonetti, De Santis (15’st Azoitei), Di Giorgio (15’st Garcia), Emma (45’st Corrado), Marciano A disp.: Marrocco, Autiero, Leccese, Vuolo. All.: Gesmundo.

AUSONIA: D’Angelo, Quirino, Di Vito, Gargiulo, Puccinelli, Pirolozzi, Ranieri (15’st Bianco), Rossini, Palumbo (34’st Monaco di Monaco), Prati (20’st Giustini, 48’st Fammiano), Aquilani (8’st Zonfrilli) A disp.: Germanelli, Zegarelli, Pastore, Duca All.: Amato.

MARCATORI: 5’ pt Palumbo (A), 40’ pt Vitale (G), 45’ pt Di Vito (A), 42’ st rig. Monaco di Monaco (A)

ARBITRO: Teghille di Collegno.

Guardalinee: Conti e Mari.

NOTE – Ammoniti Celli, Azoitei, Emma (G) Ranieri, Gargiulo, Di Vito, Rossini (A). Angoli 5-3. Rec. 3‘pt-6‘st.

Una grande giornata di sport con una cornice favolosa di pubblico finisce con la vittoria esterna dell’Ausonia che si impone al Riciniello e trova la testa della classifica in solitaria. Agli uomini di Gemsundo non è bastato il momentaneo 1-1 siglato grazie a una magistrale punizione calciata da Gennaro Vitale.
Domenica iniziata con la consegna di fotografie, targhe ricordo e maglia per due protagonisti assoluti dell’ultima grande promozione in D: Franco Albano e Nilo Santucci, omaggiati sia dalla tifoseria che dalla società biancorossa.
Dopo appena 5 minuti l’Ausonia trova il vantaggio, su un tiro proveniente dalla sinistra Viscusi smanaccia, sul pallone si avventa Palumbo che insacca lo 0-1. I biancoazzurri, trovato subito il gol, rallentano i ritmi e vanno vicini al raddoppio con Rossini che di testa, da buona posizione, colpisce direttamente sul portiere. Pian piano il Gaeta esce allo scoperto, al 16’ Simonetti scalda i guantoni di D’Angelo da posizione defilata, ci provano poi Celli di testa e Siniscalchi ma senza inquadrare la porta. Al 40’ una perla di Vitale su punizione riporta il match in parità: traiettoria morbida sul palo del portiere che non riesce ad arrivarci, 1-1. Il Riciniello si infiamma ma allo scadere della prima frazione gli ospiti si riportano avanti: su una punizione battuta dal lato sinistro, Di Vito anticipa Viscusi e di testa sigla l’1-2.
Nella ripresa i ritmi non si alzano e il Gaeta trova pochi spazi per far male. Ci provano Emma e Di Giorgio ma senza trovare la porta. Nel finale Gesmundo butta nella mischia sia Garcia che Mariniello e i padroni di casa, inevitabilmente, si scoprono. Viscusi è bravo al 36’ nel deviare in corner una conclusione a giro di Monaco di Monaco, poco dopo Pirolozzi sciupa da buona posizione. Al 42’ l’arbitro concede un rigore, molto contestato dai biancorossi, all’Ausonia: dal dischetto Monaco di Monaco trasforma per l’1-3 definitivo. Nel recupero Viscusi, con un’ottima uscita su Zonfrilli, evita un passivo pesante e ingeneroso.
L’Ausonia vince con merito il big match dell’Eccellenza Laziale Girone B, il Gaeta esce sconfitto dal campo ma può definirsi vittoriosa per tutto ciò che concerne la giornata al Riciniello, così come dichiara il Presidente Crocco a fine gara: “E’ stata comunque una grande giornata di sport. Ho visto musi lunghi e rammarico a fine partita, tra dirigenti, tifosi e addetti ai lavori. Ma voglio dire a tutti che noi come società e tutti i tifosi accorsi oggi allo stadio abbiamo comunque vinto. E’ stato bellissimo ciò che hanno organizzato i supporters della vecchia e della nuova guardia sugli spalti, un’atmosfera da brividi. Per questo serve solo una parola: grazie!”.  Dello stesso avviso il vicepresidente Di Biagio: “Dobbiamo fare un plauso ai tifosi per l’atmosfera, per la carica e la vicinanza dell’intero stadio. Oggi c’era qualcosa in più anche al giorno di festa dello scorso maggio per la promozione in Eccellenza. Se fosse arrivata la vittoria sarebbe stata la giornata perfetta”.