Questo è un compleanno speciale per l’associazione Ernesto, poiché, compie vent’anni il bambino, ormai adulto che ha dato nome e vita all’Ente.
Oggi Ernesto è presente su tutto il territorio nazionale, dalla Lombardia alla Calabria con quindici punti tra sedi operative e sportelli informativi. Nel 2017 grazie alla collaborazione con il Comune di Gaeta è stata inaugurata una nuova sede anche nella provincia di Latina.
L’
Associazione di Volontariato Ernesto nasce nel novembre 2003 grazie all’iniziativa di una coppia di genitori che, realizzato il proprio progetto di adozione, ha inteso proseguire il proprio impegno nei confronti dei bambini abbandonati istituzionalizzati.
Il nome dell’Associazione è in onore del loro sogno realizzato, quello del loro splendido bambino adottato nel 2002.
Dal 2005 Ernesto ha ottenuto la qualifica di Ente autorizzato alle adozioni internazionali in Ungheria; ad oggi sono centinaia i bambini arrivati in Italia grazie all’opera di mediazione dell’Ente; il numero dei mandati cresce sensibilmente ogni anno nonostante la crisi generale dell’adozione internazionale. I tempi di attesa per una coppia che vuole adottare oscillano dai tre ai dodici mesi mentre l’età media di un bambino si attesta intorno ai sei – sette anni.
I servizi offerti dall’Ente accompagnano le coppie e i bambini in tutte le fasi dell’adozione dal deposito della domanda di disponibilità presso il Tribunale competente , passando per i corsi di formazione pre e post adozione, l’assistenza legale, psicologica e amministrativa.
Ma, oltre all’aspetto strettamente procedurale l’associazione sostiene e realizza anche un’importante attività di promozione e diffusione della cultura dell’adozione affinchè tutto il territorio sia pronto ad accogliere in maniera consapevole ogni bambino: dalla scuola, ai servizi specifici di supporto alle famiglie, alla comunità sociale.
L’Ente ha pubblicato diversi libri, due dei quali dedicati alle favole sull’adozione, un testo che racconta le testimonianze delle famiglie adottive e in ultimo una raccolta di ricette ungheresi.
l’Associazione intende operare per la realizzazione dell’adozione internazionale con esclusivo riferimento a minori, in reale situazione di abbandono, per i quali il bene insostituibile della famiglia non poteva in alcun modo essere recuperato nell’ambito della loro comunità di origine. Pensando, dunque, all’adozione internazionale come concreto riconoscimento dell’uguaglianza di tutti i minori e del loro fondamentale diritto alla famiglia, ambiente insostituibile in cui si realizzano le condizioni necessarie per l’equilibrato sviluppo del bambino.