Claudio. Il primo imperatore gallico di Roma: l’interessante storia del Dr. Jekyll e Mr. Hyde dell’Impero Romano

0
532

Titolo: Claudio. Il primo imperatore gallico di Roma
Autore: Raffaele Bene
Genere: Saggio storico
Casa Editrice: Santelli editore
Collana: Nargen
Pagine: 105
Prezzo: 14,99 €
Codice ISBN: 978-88-929-20-200

Claudio. Il primo imperatore gallico di Roma di Raffaele Bene è un saggio storico leggero e intrattenente; è un testo di facile lettura che riesce a tenere alta l’attenzione nonostante la complessità dell’argomento trattato.

È infatti pensiero comune che leggere un libro di storia comporti un impegno gravoso, ma l’autore riesce invece a raccontare la vicenda di Tiberio Claudio Nerone Germanico con la scorrevolezza tipica di un romanzo.

Egli riesce infatti a farci calare nella storia e a farci appassionare ai vari personaggi coinvolti, soprattutto alla figura di Claudio, un uomo pieno di complessi e debolezze ma anche un fine stratega dalla mente brillante.

Raffaele Bene ci narra dell’infanzia di Claudio, trascorsa nell’ombra a causa di una salute cagionevole e di un fisico mingherlino; non era certo di orgoglio per suo padre Druso, figlio di Ottaviano, avere un erede deriso da tutti.

Per sua fortuna c’era il primogenito Germanico che raccoglieva onori e gloria; Claudio è stato quindi abbandonato a sé stesso e non è stato mai adottato nella gens Iulia, ma ha comunque ricevuto una buona istruzione che l’ha elevato sopra l’ignoranza di molti dei suoi detrattori.

Quando suo nipote Caligola sale al potere, Claudio comincia a rivestire il ruolo di console ma i rapporti tra loro non sono per niente buoni, ed è proprio da questo particolare che l’autore costruisce la difesa di un uomo passato erroneamente alla storia come un essere debole e incapace.

Raffaele Bene

Raffaele Bene ci parla infatti di un uomo diverso, ben consapevole delle sue qualità e delle risorse a sua disposizione: quando Caligola viene ucciso per mano di un gruppo di congiurati, secondo l’autore Claudio rivela la sua vera natura di Mr. Hyde.

Egli narra nell’opera: «Claudio era stato preso in consegna dai pretoriani e gli fu attribuito il potere in apparenza contro sua voglia, ma in effetti con piena determinazione», e questo fa pensare che non fosse affatto debole e sprovveduto, ma che avesse spietatamente calcolato ogni sua mossa.

Claudio. Il primo imperatore gallico di Roma racconta una storia avvincente, in cui si possono scoprire le fasi di una vendetta servita molto fredda, dove un piccolo e gracile uomo è riuscito addirittura a diventare imperatore, grazie alla sua intelligenza e alla sua furbizia. Il «Principe inatteso della storia di Roma» è stato inoltre un buon sovrano; forse memore di tutte le ingiustizie subìte, è stato sempre equo e moderato, e ha perseguito una moderna politica di integrazione e uguaglianza.

di Leonardo Biccari

Contatti

www.santellieditore.it

www.santellionline.it/products/claudio-il-primo-imperatore-gallico-romano