Dopo la notizia del primo caso positivo di Covid-19 tra i militari americani a Gaeta, arrivano oggi le prime delucidazioni sulla vicenda da parte del Comune che ha contattato direttamente i vertici della nave per avere informazioni aggiuntive al fine di chiarire la situazione e tranquillizzare la cittadinanza.

Da quanto appreso dal Comune di Gaeta, il militare che è risultato positivo al Covid-19 era arrivato direttamente dagli Stati Uniti, via Napoli, soggiornando due notti in un hotel di Gaeta prima di iniziare l’imbarco sulla USS Mount Whitney.

Il militare al momento del check-in di bordo per la verifica dei documenti, presentava alcune linee di febbre, e, dopo i controlli medici del caso, è risultato positivo al primo tampone e, subito sottoposto in isolamento in un luogo sicuro.  Il marinaio, che fortunatamente sta meglio, nei prossimi giorni effetuerà ulteriori controlli.

I cinque militari presenti durante il processo di imbarco del militare statunitense, anche se protetti da dispositivi e nonostante non siano stati a stretto contatto con il contagiato, sono stati messi in quarantena preventiva fuori dalla nave, in luoghi protetti e sorvegliati.

I vertici della nave hanno precisato al Comune di Gaeta di aver comunicato, nella giornata di ieri, il caso alla ASL di Latina e che si attengono a tutte le disposizioni italiane in materia di prevenzione del virus.

Per questo motivo sono stati limitati gli spostamenti dei membri dell’equipaggio verso l’esterno della nave e tutto l’equipaggio è stato invitato ad utilizzare dispositivi di prevenzione.

Gaeta, marinaio americano positivo al Covid-19