Fermato pochi giorni fa per maltrattamenti e sottoposto al divieto di avvicinamento viola la misura, arrestato

I Poliziotti del Commissariato di Fondi hanno arrestato per la seconda volta in pochi giorni un giovane del posto che, indagato per maltrattamenti ed estorsione nei confronti dei genitori e di una cugina, in seguito alla precedente convalida era stato sottoposto al divieto di avvicinamento alle persone offese.

L’uomo era stato già arrestato in flagranza  lo scorso 22 giugno, quando la volante era intervenuta su richiesta di aiuto del padre, minacciato dall’uomo e sottoposto a continue richieste di denaro.

In quell’occasione sia i genitori che una cugina lo avevano denunciato ed i poliziotti avevano  delineato un quadro di condotte violente subite dai familiari del giovane, soggetto particolarmente pericoloso e instabile, tale da portare all’arresto per maltrattamenti.

Gli agenti, nel pomeriggio del 1° luglio, sono nuovamente intervenuti perché il soggetto, nonostante l’applicazione della misura, si era presentato davanti l’abitazione della madre violando il divieto di avvicinamento impostogli da giudice.

 L’uomo è stato dunque nuovamente arrestato dai poliziotti del Commissariato e, su disposizione del P.M. di Turno, collocato presso l’abitazione di un parente.

Questa mattina si è tenuta la direttissima, convalidato l’arresto l’uomo è stato rimesso in libertà in attesa delle valutazioni in merito all’eventuale aggravamento della misura cui è già sottoposto..

Si ricorda che, essendo il procedimento nella fase delle indagini preliminari, vige la presunzione di innocenza per l’indagato.