Apprendiamo con soddisfazione che finalmente una abbondante perdita d’acqua nella rete idrica del quartiere di San Giulio a Formia, centinaia di litri d’acqua persi nonostante le segnalazioni, è stata finalmente riparata grazie a un video denuncia di un nostro attivista, Francesco Candurro. 

Dopo la volontà del presidente della Regione Lazio Zingaretti di voler impegnare 20 milioni di euro nell’acquisto di una parte delle quote in mano al gestore privato (un altro 17% è impegnato con la Depfa Bank), ci chiediamo perché mai la Regione dovrà farsi da garante per altri soldi quando è evidente l’incapacità del gestore, peraltro già evidenziata in un esposto dei consiglieri regionali del M5S. 

Non riusciamo a capire come il presidente ATO 4 Della Penna e tutti i Sindaci della provincia di Latina, possano continuare a sostenere una tale insopportabile situazione senza prendere finalmente la decisione di rescindere il contratto ed applicare le penali previste che sembrano essere quantificate in decine di milioni di euro.

Dopo il terremoto politico che questa mattina ha coinvolto l’amministrazione di Cisterna di Latina con ben diciotto persone tra arrestati, tra gli altri l’assessore di Latina Buttarelli, e indagati, anche il sindaco di Cisterna e presidente della Provincia Della Penna, domani 12 dicembre è prevista l’assemblea dei Sindaci dell’ATO 4: si spera che in uno scatto di dignità i Primi Cittadini, salvo rinvii, prendano quella decisione che tutti i cittadini onesti auspicano ovvero la rescissione del contratto con AcquaLatina.

Tavolo di lavoro ACQUA e AMBIENTE.

Staff Comunicazione Meet Up Formia 5 Stelle