Gaeta, Di Vasta: “Fratelli d’Italia sorprende”

“Un risultato straordinario per Fratelli d’Italia e per Giorgia Meloni nella città di Gaeta. Un ringraziamento speciale agli elettori, a tutti i militanti e al direttivo provinciale e locale per essersi spesi senza remore, e fino all’ultimo giorno, in questa estenuante ma avvincente tornata elettorale”. Questo è quanto dichiarato in mattinata dal coordinatore comunale Marco Di Vasta. “Tanti i momenti di confronto tra la gente, nei meetings e nella presentazione dei candidati alla corsa per la Camera e il Senato alla cittadinanza. Abbiamo in questi mesi battuto “palmo palmo” la nostra città, intercettando le necessità delle famiglie e delle imprese in un momento di grande difficoltà generale. Non è stato semplice impostare la campagna elettorale a Gaeta -prosegue Di Vasta– infatti, nonostante la presenza in città di più candidati alla camera, tra i quali uno molto legato al territorio, siamo riusciti comunque ad esprimerci in maniera importante e incisiva. La forza del nostro gruppo ci ha permesso di non abbassare la guardia subito dopo l’importante risultato ottenuto alle amministrative di Giugno 2022, ma di continuare a costruire, a ascoltare e a proporre soluzioni per migliorare le criticità riscontrate nella nostra città. Un atteggiamento che ci ha ripagato consacrandoci come il secondo partito a Gaeta”. Come ho già affermato in altre sedi –conclude il coordinatore comunale- il dato nazionale ha sottolineato che la vittoria e la governabilità dei territori è imprescindibile dall’unità del centro destra e che il risultato emerso dalle urne cittadine, quasi il 20 percento al Senato e circa il 17 percento alla Camera, ha confermato che le nostre intuizioni sulla capacità di coinvolgimento del partito sul territorio erano fondate. A nome di tutto il direttivo cittadino ringrazio il Coordinatore provinciale Senatore Nicola Calandrini e il Vice Coordinatore regionale Enrico Tiero per la fiducia che quotidianamente ripongono nei nostri confronti e per la tempestiva risoluzione delle istanze che gli sottoponiamo.