La gioia dovuta alle celebrazioni in occasione della riapertura della Cattedrale di Gaeta Santa Maria Assunta, che hanno riportato a casa i Santi Patroni Erasmo e Marciano, giunge anche dalla Città del Vaticano. Il Santo Padre infatti, ha inviato una missiva attraverso il Segretario di Stato Cardinale S. E. Pietro Parolin all’Arcivescovo di Gaeta S.E. Mons. Bernardo D’Onorio, ecco il testo della lettera:

In occasione della Solenne Cerimonia di riapertura al culto e della Dedicazione della restaurata Basilica Cattedrale di Gaeta, intitolata a Santa Maria Assunta, nella felice circostanza della indizione della Visita Pastorale, il Santo Padre Papa Francesco, spiritualmente partecipe alla comune gioia, rivolge il suo cordiale e beneaugurante pensiero, esprimendo vivo compiacimento per l’accresciuto decoro dell’edificio sacro e per l’opportuno recupero del significativo monumento di fede e di arte, ove il popolo santo di Dio professa la fede dei padri, canta le lodi del Signore e attinge dalla Parola e dall’Eucaristia l’alimento per camminare unito nella via del Vangelo.

Sua Santità auspica che il significativo evento susciti nei pastori e nei fedeli sempre più generoso impegno nella testimonianza cristiana, affinché cresca quella costruzione spirituale di cui Cristo è la pietra angolare e, mentre chiede di pregare a sostegno del suo Ministero Petrino, invoca abbondanti doni del Divino Spirito per un fecondo cammino ecclesiale e, auspice la Vergine Santissima e i Santi Patroni Erasmo e Marciano, imparte di cuore a Vostra Eccellenza, al Presbiterio, ai Religiosi e alle Religiose, alle Autorità presenti e a quanti prendono parte alla Celebrazione Eucaristica l’implorata Benedizione Apostolica, estendendola volentieri all’intera comunità diocesana”.