Guardia alta dell’Amministrazione Comunale nei confronti di qualunque tentativo di infiltrazioni camorristiche sul territorio.

20140304-193542.jpgUn’attenzione forte e in ogni campo. Anche in merito al servizio mensa scolastica. Ottime le notizie che arrivano in tale ambito. Infatti, a sgomberare il campo da ogni dubbio sulla Ditta E.P. S.p.A. affidataria del servizio a Gaeta, fino al mese di giugno 2014, è l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (Agcm) che ha attribuito alla suddetta Ditta, nel Luglio 2013, il valore massimo del Rating di Legalità, ovvero tre stellette.

Cos’è il Rating di Legalità? Il Rating è stato introdotto in Italia dal Governo Monti con il Decreto Cresci Italia (art. 5 -ter, DL n. 1/2012) per sancire il riconoscimento ufficiale del valore etico di un’impresa che valorizza la legalità e la compliance. Ha l’obiettivo di conferire alle imprese virtuose un titolo ufficiale che consente anche l’iscrizione negli elenchi di fornitori, prestatori di servizi ed esecutori di lavori non soggetti a tentativi di infiltrazione mafiosa. L’Agcm attribuisce il rating alle aziende che ne fanno richiesta, dopo aver effettuato, in relazione ai requisiti previsti, controlli incrociati con i dati in possesso degli enti pubblici interessati. La valutazione dà luogo all’attribuzione, per un periodo di due anni, di un range da una a tre stelle, in base alla corrispondenza con i requisiti. Per ottenere le tre stelle, oltre al rispetto dei parametri di legalità necessari per avere la prima stella, è necessario ottemperare ad ulteriori adempimenti, tra cui:

• rispettare i contenuti del Protocollo di legalità sottoscritto dal Ministero dell’Interno e da Confindustria, e a livello locale dalle Prefetture e dalle Associazioni di categoria ;
• utilizzare sistemi di tracciabilità dei pagamenti anche per importi inferiori rispetto a quelli fissati dalla legge;
• essere già iscritte in uno degli elenchi di fornitori, prestatori di servizi ed esecutori di lavori non soggetti a tentativi di infiltrazione mafiosa.
La E.P. S.p.A. – comunica il Sindaco Cosmo Mitranoha ottenuto nel 2013 un rating di legalità massimo: tre stellette. Per cui ogni ombra di infiltrazione malavitosa viene a cadere. A rafforzare tale realtà, semmai ce ne fosse bisogno, per i detrattori più accaniti, ci sono altre notizie. Lo scorso mese di Dicembre la suddetta Ditta ha firmato un contratto (prot. n.82681 del 27/12/2013) con la Prefettura di Napoli per l’erogazione di servizi a favore della Questura di Napoli. Ma nel suo curriculum aziendale vanta forniture e contratti con tante altre istituzioni di altissimo livello, tra le quali: la Pontificia Università della Santa Croce, il Comando Generale Arma dei Carabinieri di Roma, Procura della Repubblica di Nola, Comandi Guardia di Finanza di Roma, Lazio e Campania, ed ancora tra i suoi clienti ENI, Agip, RAI, Azienda Ospedaliera Università Federico II e Seconda Università degli Studi di Napoli. Solo per citarne alcuni. Ed allora mi chiedo e chiedo ai miei concittadini : La Pontificia Università della Santa Croce, il Comando Generale Arma dei Carabinieri di Roma, Procura della Repubblica di Nola, ecc, . ovvero enti ed istituzioni di così elevata caratura al cui confronto il Comune di Gaeta è davvero piccolissimo, non avrebbero effettuato tutti i doverosi e necessari controlli antimafia, prima di affidare il servizio alla E.P.?. Al riguardo, si può ben concludere, che possiamo davvero stare tranquilli. Le rassicurazioni vengono dai massimi livelli istituzionali ed alle certificazioni più importanti in materia“.

20140304-193632.jpgLa nostra Amministrazione – dichiara il Primo Cittadino – è in prima linea nella lotta alle infiltrazioni camorristiche nel territorio, a qualsiasi forma di radicamento della criminalità organizzata nel nostro tessuto socio – economico. Sin dal primo giorno di insediamento, in occasione dell’espletamento di bandi di gara, abbiamo invitato la Prefettura di Latina a partecipare alle commissioni, a garanzia della legalità e della trasparenza dei procedimenti pubblici. Continueremo in questa direzione per difendere Gaeta dalle intrusioni della criminalità organizzata, a tutela della legittimità delle nostre azioni”.

A confermare le parole del Primo Cittadino e l’oculata azione amministrativa condotta in tale ambito, è la richiesta di informazioni sulla Ditta E.P. S.p.A. che l’Amministrazione Comunale ha rivolto al Prefetto di Roma il 19 febbraio scorso (prot. n° 7414). “Nella missiva – ricorda il Sindaco Mitrano – abbiamo invitato il Prefetto a comunicare la condizione in cui si trova la Ditta in questione per quanto attiene le certificazioni antimafia, al fine di consentire all’Amministrazione l’eventuale adozione di atti a tutela dell’immagine e, sopratutto, della legalità della propria azione“.

In merito all’affidamento del servizio mensa alla E.P. S.p.A., per dovere di trasparenza amministrativa e correttezza di informazione si precisa che il V Dipartimento Servizi Sociali, Cultura, Istruzione Turismo e Sport del Comune di Gaeta, con nota prot. n° 36552 del 16.09.2013, ha proposto a 5 aziende, che a tale data svolgevano attività di refezione scolastica nel comprensorio, di presentare un’offerta per lo l’effettuazione di questo servizio a Gaeta, nel periodo ottobre/dicembre 2013, al fine di garantire l’utenza nelle more del completamento delle procedure di gara. Attraverso tale iter a norma di legge, il servizio mensa è stato aggiudicato in via provvisoria alla Ditta E.P. S.p.A, con sede legale in Via G. Palumbo n. 26, Roma. L’affidamento è stato rinnovato agli stessi patti e condizioni previsti nel contratto scaduto, con decorrenza dal 07/01/2014, per il periodo di cinque mesi, considerata la particolare natura del servizio mensa che non può essere sospeso. E’ necessario infatti garantire il regolare andamento delle attività scolastiche come previsto dalla normativa in materia di diritto allo studio. E’ bene precisare inoltre che l’Ufficio tecnico comunale sta valutando la possibilità di realizzare un Centro Cottura in locali di proprietà comunale, al fine di risolvere definitivamente per il futuro il problema della cottura dei pasti. Ricordiamo, infine, che gli Uffici Comunali competenti stanno predisponendo tutti gli atti necessari all’espletamento della procedura ad evidenza pubblica per l’affidamento del servizio mensa scolastica.​

Comunicato stampa Comune di Gaeta